Un prezioso pareggio per la Pallamano Ragusa a Reggio Calabria

di redazione

Compie un mezzo miracolo la Pallamano Ragusa a Reggio Calabria.

Nonostante la formazione fosse rimaneggiata, il sette di Saro Cappello, complice la serata positiva di numerosi tra gli elementi in campo, ha portato a casa un punto che, per le modalità con cui si è concretizzato, ha assunto il valore di una vera è propria vittoria.  E’ finita 21-21, ieri sera, una gara entusiasmante, ricca di colpi di scena, vissuta quasi sempre sul filo del rasoio. Basti pensare che i ragusani hanno subito in totale 24 minuti di sospensione, oltre ad un cartellino rosso. Questo vuol dire che per quasi tutto un tempo gli iblei hanno giocato con un uomo in meno.  “Ma nonostante tutto – dice il presidente Salvatore Girasa – i ragazzi sono stati magnifici, si sono mossi con la piena consapevolezza delle proprie potenzialità. E con una determinazione non comune. Che ha creato non poche difficoltà agli avversari nonostante questi ultimi giocassero tra le mura amiche”.  La partita non si era messa sotto una buona stella per i ragusani. Infatti, nonostante il batti e ribatti iniziali, la Pallamano Ragusa si era vista costretta a cedere tanto che i reggini, nella fase finale del primo tempo, stavano cercando di prendere il largo (il parziale si è concluso con il risultato di 14-10 per i padroni di casa). Nella ripresa, però, la voglia di fare dei ragusani, unita alla capacità di uno stoico portiere come Davide Schembari, che nonostante le difficoltà al ginocchio è rimasto sempre in campo, riuscendo, anzi, a parare tre rigori, ha regalato quello che sembrava un recupero possibile, sino al risultato definitivo del pareggio. Anzi, ad un certo punto, sembrava pure che gli ospiti iblei potessero puntare decisamente alla vittoria.  La prossima partita, dopo tre trasferte consecutive, fra le mura amiche, domenica 14 dicembre, alle 11, contro il Palermo.  

Ultimi Articoli