Comune di Ragusa : misure ulteriori per allentare la pressione dei tributi locali

La Giunta del Comune di Ragusa, con apposita delibera approvata ha stabilito nuovi criteri per il riconoscimento delle esenzioni e delle riduzioni della Tari.

“Le nefaste conseguenze economiche della pandemia – ha dichiarato il sindaco Peppe Cassì – ci impongono di proseguire nei limiti delle nostre possibilità nella azione di sostegno delle fasce maggiormente colpite da crisi. Se la capacità economica di fornire ristori da parte di un Comune non può essere paragonabile a quella di Stato o Regione, è volontà di questa Amministrazione continuare ad allentare considerevolmente la pressione dei tributi locali. Il provvedimento che abbiamo approvato comporterà infatti una riduzione delle entrate per il Comune stimata in 410.000 € che sarà coperta con fondi di bilancio.”

“Dopo aver posticipato le scadenze all’indomani della pandemia e successivamente varato un piano di razionalizzazione e riduzioni – ha aggiunto l’assessore ai tributi Giovanni Iacono – abbiamo approvato ulteriori criteri per il riconoscimento delle esenzioni e delle riduzioni Tari.
La soglia ISEE per beneficiare dell’esenzione totale del tributo passa da 2.000€ a 3.000€, allargando sensibilmente la platea dei beneficiari.
Inoltre, è prevista l’esenzione della parte variabile della Tari sia per chi ha un ISEE inferiore a 8.265 € che per le famiglie numerose con almeno 4 figli a carico e un ISEE inferiore ai 20.000€.”

Ultimi Articoli