Confronto fra Libero Consorzio dei Comuni e la SRR sulla questione rifiuti

Il Libero Consorzio Comunale di Ragusa e la Srr di Ragusa a confronto sul perdurare della problematica dei rifiuti. Si è svolta, presso la sede dell’ente provinciale di viale del Fante a Ragusa, una conferenza di servizi per affrontare congiuntamente la grave crisi relativa allo smaltimento dell’indifferenziato.
Al centro dell’incontro, presieduto dal Commissario Straordinario del LCC ibleo, Salvatore Piazza, la pianificazione e la modalità di esecuzione dell’ordinanza contingibile e urgente 2 del 2022 per l’utilizzo dell’impianto di compostaggio di contrada Pozzo Bollente a Vittoria quale area di trasferenza dei rifiuti urbani non differenziati.

“Un confronto costruttivo – ha dichiarato il Commissario Piazza – per concordare alcune direttive univoche con i vari amministratori locali al fine di potere portate a compimento, in maniera corretta, lo smaltimento dell’indifferenziato nel territorio ibleo.

Tra le altre linee guida discusse durante il tavolo tecnico, quelle relative alla rimozione e conferimento dei rifiuti indifferenziati, di quelli ingombranti e di quelli pericolosi lungo le strade provinciali del territorio ragusano.
“Il Libero Consorzio – ha spiegato il Commissario Piazza – si assumerà l’onere di prelevare i rifiuti indifferenziati abbandonati lungo le strade provinciali a proprie spese mentre i Comuni, come da disposizioni di Legge, dovranno sostenere l’onere dello smaltimento.
Anche per quanto riguarda gli ingombranti ed i rifiuti pericolosi, l’ente provinciale si impegnerà alla rimozione dalle strade, saranno sempre i Comuni a sostenere i costi dello smaltimento, seguendo le prassi individuate dalle norme”.

“L’attività di pulizia delle strade verrà svolta in maniera sistematica – ha aggiunto – chiedendo ai sindaci di indicare una priorità di intervento. Informeremo con una circolare univoca tutti i Comuni per consentire in maniera celere l’adeguamento a quanto da noi previsto, in linea con i principi stabiliti dalle norme vigenti”.

Tra i presenti alla riunione, il presidente della Srr di Ragusa, Peppe Cassì, il segretario generale del LCC ibleo Alberto D’Arrigo ed i dirigenti provinciali Salvatore Mezzasalma e Salvatore Buonmestieri.

“Consideriamo favorevolmente – ha dichiarato il presidente della Srr di Ragusa, Peppe Cassì – le modalità di collaborazione e le iniziative del Commissario del LCC ibleo che, in un momento di emergenza che potrà protrarsi ancora per mesi, agevoleranno i Comuni nella difficile attività di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani”.

“In questa problematica situazione, legata ad una situazione impiantistica regionale di grave affanno – ha aggiunto Cassì – è opportuno e doveroso rilanciare l’appello alla comunità di attenersi scrupolosamente alle regole ed alla modalità della raccolta differenziata, sul presupposto che meglio si fa la differenziata minori sono i disagi ed i disservizi che si verificano nelle nostre città”.

Ultimi Articoli