Fase Play Off per la Under 18 del Padua Rugby Ragusa

di redazione
Logaritmo Messina ostacolo non indifferente

Prende il via domenica la fase Play Off del campionato Under18 e per il Padua Rugby Ragusa c’è subito l’ostacolo Logaritmo Messina.
Per il rugby giovanile è arrivato il momento delle sfide decisive. Due domeniche fa è partita la seconda fase per la categoria Under16, domenica prossima sarà la volta delle formazioni Under18.
A differenza di quanto previsto per l’U16, la formula cui si sfideranno le U18 sarà quella dei Play Off ad eliminazione diretta.
Le otto squadre qualificate, Cas Reggio Calabria, Triskele Sicilia, Padua Ragusa, Logaritmo Messina, Amatori Catania, Briganti Librino, Enna Rugby e Fiamma Cibali Catania, si affronteranno in partite di andata e ritorno e le vincenti proseguiranno il cammino fino alla finale che assegnerà il titolo di campione regionale.
Le perdenti, invece, continueranno la stagione affrontandosi con la medesima formula al fine di stabilire la classifica dal quinto all’ottavo posto.
Nel lotto delle qualificate fa sensazione l’assenza dell’Audax Ragusa, finalista regionale lo scorso anno (fu battuta dall’Amatori Catania) e semifinalista dell’Area 4 due stagioni fa (a fermarne la corsa fu il Cus Roma).
Per il Padua il primo ostacolo si chiama Logaritmo Messina e sarà un ostacolo non facile da superare, considerando che i messinesi hanno vinto l’altro girone siciliano.
Ma l’entusiasmo per essere riusciti ad accedere alla fase successiva, nonostante la penalizzazione iniziale e i giocatori ceduti alla franchigia Triskele, è grande e si punta su questo fattore per provare ad andare il più lontano possibile.
Il presidente del sodalizio ragusano, Vittorio Vindigni. «Sinceramente, nonostante la penalizzazione e i prestiti a Tiskele, non sono sorpreso del passaggio del turno. Ci credevo, perché il lavoro fatto bene paga sempre. Sono felice anche perché, oltre alla mia squadra, si è qualificata Triskele, un progetto a cui abbiamo sempre creduto e che sta dando l’opportunità ai nostri ragazzi che sono stati trascurati dall’Accademia di vivere un’esperienza molto importante e formativa».
Centrato il primo obiettivo stagionale, il passaggio alla seconda fase, a cosa punta adesso il Padua?
«Cercheremo di andare il più avanti possibile. Il sogno sarebbe una finale tra i miei biancazzurri e Triskele. Per il momento, però, l’ostacolo si chiama Logaritmo e ai messinesi dobbiamo pensare. Domenica pomeriggio, al termine dell’incontro, sapremo di che pasta siamo realmente fatti».
Padua-Logaritmo si giocherà domenica al campo di via della Costituzione con fischio d’inizio alle ore 13.
L’incontro di ritorno, a campo invertito, si giocherà la domenica successiva.
Ufficio Stampa – Meno Occhipinti

Ultimi Articoli