I defenestrati dalla politica oggi a Ragusa

Campagna nel pieno, si avvicina il giorno delle votazioni e si intensificano le visite di personaggi noti della politica, non si può parlare di big, se non per la presenza della Chinnici, domenica a Marina di Ragusa, e di Schifani che, pare dovrebbe essere sul nostro territorio fra domenica e lunedì.
In ogni caso, campagna elettorale sottotono, dagli esiti scontati per i protagonisti locali, senza lampi di presenze eccellenti.
Sono finiti i tour de force di una volta, qualcuno li evita perché sa di non trovare le piazze piene, qualcuno ripara in qualche locale elegante dove, naturalmente, le sedie sono poche e i locali non permettono folle oceaniche.
E’ il caso dei due ospiti di oggi, entrambi defenestrati dalla politica, Conte dei 5 Stelle, spodestato dal trono di Palazzo Chigi, esclusione dalla quale non si è ancora ripreso, e Musumeci, Presidente della Regione, al quale è stato impedito di ricandidarsi alla guida del governo siciliano.
Conte preferisce limitarsi ad una passeggiata fra i simpatizzanti sul lungomare di Marina di Ragusa, con una fermata al gazebo informativo di piazza Torre.
Una toccata e fuga, si direbbe, c’è da andare al comizio di Gela, città del candidato alla Presidenza della Regione, Ragusa, ancora una volta, città che ha dato tanto ai 5 Stelle ma viene, puntualmente ignorata per le campagne elettorali. E speriamo che i ragusani si rendano conto, dell’inutilità di sprecare i voti per non avere nulla.
Altro ex big al tramonto il Presidente della Regione, Musumeci, che viene a Poggio del Sole per la campagna elettorale del fedelissimo, Giorgio Assenza.
Il carisma, l’autorevolezza e la grande coerenza dell’avv. Assenza superano ogni tipo di riserva he ci potrebbe essere nell’accogliere un personaggio al tramonto, non voluto dalla stessa coalizione di centro destra come ricandidato alla presidenza e nemmeno sostenuto come si deve nemmeno dalla Meloni che si è limitata ad accoglierlo nel suo partito, comunque vecchia casa di Musumeci, e a garantirgli un seggio sicuro al Senato.
Con questi due personaggi, forse, si può considerare chiusa, a Ragusa, la campagna elettorale, anche per il favorito Schifani non ci saranno grandi eventi, a Ragusa no di certo, dove proprio il suo partito non esiste.
Anche per la Lega, campagna elettorale in sottotono, senza big sul territorio, forse qualcosa ci potrà riservare il centro destra, ma, al momento, non ci sono anticipazioni su possibile presenza importanti.

Ultimi Articoli