Il Commissario Piazza impegnato a sostenere la Monti Iblei

Senza dubbio, degna della massima considerazione l’iniziativa del Commissario Straordinario del Libero Consorzio dei Comuni, il dr. Salvatore Piazza, che è impegnato a sostenere l’edizioni 2021 della Monti Iblei, la cronoscalata di Chiaramonte Gulfi.
La manifestazione è stata presentata al Palazzo della Provincia di Ragusa, presenti il dr Piazza, il Sindaco di Chiaramonte Gulfi, on.le Sebastiano Gurrieri, l’assessore comunale Cristina Terlato, il presidente del gruppo Alfa Giuseppe Bellio, il coordinatore tecnico e sportivo Fabrizio Fandaci ed il presidente dell’Associazione Cinquecentisti chiaramontani Paolo Gulino.
La gara, quest’anno, aprirà la stagione automobilistica per il trofeo italiano di velocità nelle montagne del sud, oltre al campionato siciliano delle auto moderne e storiche.
Il Libero Consorzio consegnerà una coppa al miglior pilota ibleo classificato : “E’ un onore – ha dichiarato il dott. Piazza – sostenere questa storica manifestazione sportiva, che si colloca tra gli eventi più importanti dell’automobilismo regionale”.
La gara inizierà il sabato 17 per concludersi il 18 aprile p.v. e si svolgerà a porte chiuse, cioè senza pubblico, anche se è difficile capire come si potrà impedire alla gente di assistere alla gara, ai preparativi e al post gara.
Condizioni che contribuiranno a deteriorare, ulteriormente l’interesse attorno ad una specialità sempre più in declino.
Non sono l cronoscalate di una volta, non ci sono i piloti di un tempo, non ci sono le vetture che affascinavano lungo i tornanti del percorso chiaramontano
Anche per questo, encomiabile lo sforzo del Commissario Piazza che dovrebbe lavorare per riportare la gara ai fasti di un tempo, ma in ambito provinciale.
Un evento sportivo di questo genere non può essere sostenuto solo da un piccolo comune, ne potrebbe giovare tutto il territorio, un tempo, per esempio, le verifiche si facevano in piazza Libertà a Ragusa e c’era un maggiore coinvolgimento.
Oggi non c’è nemmeno promozione dell’evento, tutto resta nell’ambito del piccolo comune montano, spesso in provincia non si sa nemmeno che c’è la gara
Sarebbe auspicabile che si trovino i sostegni e l’organizzazione adeguati per un rilancio dell’appuntamento, altrimenti l gloriosa cronoscalata è destinata ad affermarsi solo come piccolo appuntamento di paese.

Ultimi Articoli