Primarie della cultura a Modica

di redazione
Iniziativa dell’Osservatorio Interpartitico Pari Opportunità Sicilia

La scelta di una scuola come momento di scambio vuole far sì che le scuole vengano concepite come aperte al territorio e luogo dove istruzione, formazione e lavoro vengano resi  vasi comunicanti.
La nostra idea vede questi Assessorati e Ministeri come comunicanti e non come monadi a se stanti.
L’Osservatorio Interpartitico Pari Opportunità Sicilia, Regione siciliana, Soprintendenza Beni Culturali di Ragusa, Fondazione Teatro Carlo Terron Regione Sicilia, con la collaborazione di Associazione Ragusani del mondo, Osservatorio Culturale Regionale, Associazione Cuore, Associazione Aiutiamoci, Heritage Sicilia, Progetto Danza, Associazione GODOT, Pirandello Stable Festival, Centro Servizi Donne, Enat, Lab 2.0, Ragusa oggi, Sipario, Ragusa Libera e con il patrocinio dell’Assessorato Famiglia, Pari Opportunità, Lavoro della Regione Sicilia, organizzano LE PRIMARIE DELLA CULTURA DALL’IDEA AL PROGETTO, il 13 NOVEMBRE 2014, al  LICEO SCIENTIFICO di MODICA, dalle ORE 9,30 alle 13,30.
E’ una sorta di campagna elettorale ai beni culturali, ai monumenti, al territorio siciliano ed ibleo, con sensibilizzazione alla campagna ” I LUOGHI DEL CUORE” DEL FAI, mediante la quale collegandosi al sito del Fondo Ambiente Italiano, si vota in diretta il luogo che si ama nel territorio ibleo e in Sicilia, al fine di valorizzare quei siti che a volte sono sconosciuti ai più.
Interverranno Sergio Carrubba, dirigente scolastico Liceo Scientifico di Modica, Rosanna Bocchieri, giornalista, presidente Osservatorio e responsabile Fondazione, per una politica culturale e i luoghi del cuore del Fai, Manuel Giliberti, architetto, regista “Spazio identità cultura”, Mario Graziano, regista Prassi Sentimenti Produttività, Francesco Attaguile, presidente Hub Siciliainternazionale, Direttore Gect, Per un turismo culturale, Rosalba Panvini, sovrintendente BB CC AA di Ragusa – Università degli studi di Catania, La rete dei Beni culturali per una migliore promozione delle realtà territoriali, Gianna Dimartino, esperta europea , linee guida di  Creativity Europe Programmazione  europea 2014 2020.
Dopo il dibattito e gli interventi programmati, le conclusioni saranno affidate a  Costantino Scarantino, ingegnere, membro Osservatorio.
Con questo tavolo operativo della cultura si vuole aprire un dialogo su che cosa si intende per una corretta politica culturale del territorio siciliano ed ibleo nello specifico, mediante una priorità degli interventi sui siti, che possono essere motori di quel turismo culturale, quindi sviluppo e ricchezza dei territori medesimi. Si apre la discussione con il pubblico, che potrà programmare interventi di non oltre 3 minuti, evitando polemiche, ma favorendo le proposte.
 L’Osservatorio opera nell’ottica del  “per” e non “contro” qualcuno o qualcosa, ma per il Bene Comune di tutti i siciliani.
Il tavolo concertato in modo tecnico apre la possibilità di dire come accedere ai fondi europei 2014/20 e offre la possibilità alle due generazioni, vecchi e giovani, di interloquire in modo propositivo.
Il percorso che va dalla politica culturale regionale e cittadina alla progettualità del territorio, ai fatti progettuali sul territorio, vuole aprire un discorso di come i cittadini vorrebbero fosse concepito il loro territorio, come rivitalizzare i centri storici e auspicare un turismo culturale che sia ricchezza.
La cultura è motore di sviluppo.

 

Ultimi Articoli