Si copre anche il terzo campo da tennis

di redazione
Ancora una tensostruttura al Circolo del Tennis, per uno sport che elettivamente si gioca all’aperto e in una zona oppressa dalle tensostrutture

La classe politica ragusana, negli anni, ha saputo donare alla città impianti sportivi per pochi intimi e, anche, qualcuno inutilizzato.
Il tennis, sloggiato da Villa Margherita per far posto ai prati dove far pisciare i cani, ha trovato, a stento, alloggio in un angusto triangolo di terra fra il teatro tenda e il comando della polizia urbana, da un lato, e le rotaie della ferrovia che porta agli stabilimenti petrolchimici e del cementificio.
I campi da gioco, addossati l’un l’altro, senza adeguate tribunette e senza spazi comuni, sono stati coperti, due, con tensostrutture, antiestetiche  e con immaginabili condizionamenti nel periodo di bel tempo e di temperature elevate che, da noi si allungano da marzo a novembre inoltrato.
Ma la cosa deve andare bene ai responsabili del Circolo del Tennis, gestore dell’impianto sportivo comunale, che hanno trovato la totale disponibilità dell’amministrazione Piccitto per la copertura del terzo campo di gioco.
Il vice sindaco e assessore allo sport, Massimo Iannucci, sempre attento alle istanze di chi si occupa di sport, visto l’incremento dei frequentatori della struttura comunale di Contrada Tabuna, gestita dal Circolo del Tennis, ha dato disposizione ai propri uffici tecnici di elaborare uno specifico progetto per la esecuzione del quale sarà avanzata richiesta di mutuo a tasso zero all’Istituto per il Credito Sportivo.
Iannucci farà rientrare il provvedimento in un apposito progetto, nato dalla collaborazione tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri e l’Istituto per il Credito Sportivo, “1000 cantieri per lo Sport”, nell’ambito del quale le associazioni, le società sportive ed i comuni possono ottenere mutui a tasso zero per la ristrutturazione e realizzazione di impianti sportivi.
Per questo motivo  il tecnico dell’Ente, ing. Giuseppe Corallo, ha redatto un apposito progetto definitivo che verrà trasmesso all’Istituto per il Credito Sportivo unitamente a tutta la documentazione prevista per ottenere il mutuo. La spesa complessiva per l’esecuzione dell’opera ammonta a complessivi 150.000 euro.
“Abbiamo ritenuto opportuno cogliere questa occasione che ci viene offerta dal progetto “1000 cantieri per lo sport”- afferma il Vice sindaco ed assessore allo sport Massimo Iannucci – per attuare un intervento migliorativo in questa preziosa struttura  comunale che viene sempre più frequentata in ogni periodo dell’anno da giovani e meno giovani che praticano lo sport del tennis”. 
L’auspicio di tanti appassionati di tennis è quello che, approfittando della presenza in assessorato di Iannucci, sempre dedito a cose concrete e che si realizzano, si possa pensare a trovare una più idonea collocazione per i campo da tennis.

Ultimi Articoli