A Comiso, gli esponenti PD sollecitano misure in materia tributaria

In molti comuni ci sono esponenti politici, attenti alle dinamiche emergenziali in atto, che analizzano le diverse situazioni e, nell’ambito delle loro competenze, conoscenze e rappresentanza politica, inoltrano le istanze ritenute necessarie per contribuire a trovare soluzioni per contener gli effetti negativi nel tessuto economico locale dell’emergenza Coronavirus.

A Comiso, Luigi Bellassai – Presidente V Commissione Consiliare, Fabio Fianchino – Presidente I Commissione Consiliare, Filippo Spataro – Capogruppo PD, Gaetano Scollo – Componente Comitato delle Frazioni – Pedalino
hanno inoltrato, al Sindaco e al Presidente del Consiglio Comunale la Richiesta sospensione versamenti tributi locali e pagamenti AREA RISCOSSIONI per tutto il 2020 e altre proposte per il contenimento degli effetti negativi nel tessuto economico locale dell’emergenza Coronavirus.

Questa la richiesta:

Comiso, 16/03/2020

Al Sindaco
Al Presidente del Consiglio Comunale

Oggetto: Richiesta sospensione versamenti tributi locali e pagamenti AREA RISCOSSIONI per tutto il 2020 e altre proposte per il contenimento degli effetti negativi nel tessuto economico locale dell’emergenza Coronavirus.

Gent.mo Sig. Sindaco e Gent.mo Presidente,
Nel contesto dell’emergenza sanitaria che ha prodotto la sospensione di quasi tutte le attività economiche, commerciali, artigianali e professionali della nostra città, Vi scriviamo questa nota, ravvisando la necessità di contribuire alle attività amministrative locali di supporto alla nostra amata comunità.
Le misure attuate per prevenire il diffondersi del contagio da Coronavirus hanno prodotto una grave emergenza economica. Una emergenza che ha un pesante impatto su imprese, professionisti, lavoratori autonomi e dipendenti. Alla luce dell’estensione a tutto il territorio nazionale delle limitazioni agli spostamenti delle persone fisiche e allo svolgimento di determinate attività, per far fronte alla potente e inedito disastro economico proponiamo alcune misure comunali di contenimento degli effetti negativi che l’emergenza sta producendo sul tessuto socio-economico locale.
Queste le misure che proponiamo:
1) Sospensione dei versamenti di tutti i tributi locali per tutto il 2020 e, alla scadenza, previsione di un periodo congruo di rateizzazione dei pagamenti sospesi.
2) Sospensione dei termini di versamento, con riferimento ai tributi locali, derivanti da cartelle di pagamenti emessi da agenti di riscossione, soggetti affidatari, società iscritte all’albo dei gestori dell’accertamento e della riscossione dei tributi locali (Art. 53 D.Lgs. 12/12/1997, n. 446).
3) Sospensione della riscossione coattiva e delle relative azioni cautelari ed esecutive, nonché della riscossione in pendenza di giudizio, anche in relazione ai carichi già oggetto di impugnazione.
4) Ulteriore congrua dilazione della rateazione dei pagamenti delle somme dovute con adesione a piani di rateizzazione già attivati e provvedimenti di rottamazione approvati.
5) Sospensione della riscossione dei pagamenti relativi alle definizioni agevolate di cui al D.L. 23 ottobre 2018, n. 119 (conv. dalla L. 17 dicembre 2018, n. 136) e all’articolo 1, commi 184 e ss, della L. 30 dicembre 2018, n. 145 (es.: rottamazione carichi affidati all’agente della riscossione, saldo e stralcio, ecc.), nonché eventuale riapertura delle suddette definizioni agevolate
6) Attuazione della compensazione estesa a tutti i cittadini che ne faranno richiesta, tra i crediti vantati dai cittadini e le somme dovute per tributi locali.
7) Riduzione al 60% della base imponibile IMU per i fabbricati utilizzati dalle imprese che svolgono le attività interdette dai provvedimenti dell’autorità pubblica (ad es. attività commerciali e artigianali, imprese culturali, settore dei giochi e dell’intrattenimento, palestre, servizi ricreativi, bar e ristoranti).
8) Riduzione de 50% dei tributi locali dovuti per il 2020 per le imprese che svolgono le attività interdette dai provvedimenti dell’autorità pubblica (ad es. attività commerciali e artigianali, imprese culturali, settore dei giochi e dell’intrattenimento, palestre, servizi ricreativi, bar e ristoranti).

In attesa di cortese riscontro da parte del Sindaco e dell’Esecutivo municipale sulle proposte formulate, che sono da considerarsi anche come oggetto di Mozione da sottoporre all’attenzione del Consiglio Comunale, appena sarà possibile riunirlo, si porgono i più cordiali saluti

Luigi Bellassai, Fabio Fianchino, Filippo Spataro, Gaetano Scollo

Ultimi Articoli