Confronto fra Sindaci e ConfCommercio per le misure a sostegno del settore

Su richiesta della Confcommercio provinciale, si è svolto un tavolo di confronto con i Sindaci del Libero consorzio comunale di Ragusa per fare il punto sulla grave situazione di crisi che interessa il settore del commercio, e sulle possibili misure di sostegno da parte dei Comuni.
“Dall’iniziativa – ha dichiarato il sindaco Peppe Cassì – è emersa l’opportunità di un confronto costante tra Enti territoriali e associazioni rappresentative delle categorie settoriali, volto a condividere interventi chiari, efficaci e possibilmente strutturali ed omogenei per tutto il territorio.
Tra i problemi più impellenti, vi è senza dubbio la mancanza di liquidità degli esercizi che svolgono commercio, la cui attività è sospesa da varie settimane e per il cui riavvio e ritorno a regime si prevedono tempi assai lunghi.
Tra le varie ipotesi emerse, anche quella di agevolare l’accensione di prestiti tramite prestazione di idonee garanzie economiche da parte dei Comuni presso consorzi fidi a ciò autorizzati.
Il tavolo dei Sindaci tornerà ad aggiornarsi, in attesa dei nuovi imminenti interventi statali di sostegno al lavoro e alle imprese che potranno modificare gli scenari in atto.
Prosegue, intanto, la trattativa tra Regione Sicilia e Anci Sicilia, che ha ad oggetto la individuazione dei possibili interventi dei Comuni per l’impiego del contributo di 100 milioni annunciato dal Governo regionale. La richiesta forte dei Comuni, è che la destinazione si estenda oltre alla “solidarietà alimentare”, ed evitare quindi sovrapposizioni con le misure adottate dal Governo, che per tale scopo ha già erogato ai Comuni italiani 400 milioni.
Per quanto le disponibilità economiche dei Comuni siano ridotte, e le previsioni del prossimo futuro siano estremamente negative, per i Sindaci è doveroso rimanere al fianco del mondo produttivo ed imprenditoriale del territorio, ascoltandone le istanze e adottando interventi concreti”.

Del confronto fra Sindaci e ConfCommercio ha parlato, in una nota anche il Presidente Provinciale Confcommercio Ragusa, Gianluca Manenti, che ha sintetizzato la serie di proposte emerse al tavolo, per la grave crisi del settore commercio.
Dopo avere ricevuto mandato in tal senso dai presidenti sezionali, Manenti ha sottoposto all’attenzione del tavolo numerosi punti da coordinare e da gestire con coerenza, rispettando appieno le esigenze del comparto in ambito locale.
Quali sono questi punti? Il presidente provinciale Confcommercio li ha snocciolati uno dopo l’altro: liquidità alle imprese con garanzie statali sugli affidamenti bancari; cristallizzazione tributi locali per il 2020 con intervento di misure di sostegno statale per i Comuni; proroga e congelamento delle scadenze fiscali e tributarie statali al 2021; agevolare l’accensione di prestiti tramite prestazione di idonee garanzie economiche da parte dei Comuni presso consorzi fidi autorizzati; misure dei decreti attuativi di sostegno uguali in tutte le regioni (basti pensare che ad oggi, per quanto concerne le procedure di attuazione della cassa integrazione in deroga, alcune regioni sono più avanti rispetto alla Sicilia); cambiamento culturale sui territori attraverso l’istituzione di tavoli tecnici provinciali del turismo; cambiamento culturale sui territori in ordine all’emergenza sanitaria (con particolare riferimento alla definizione di proposte e modalità necessarie alla ripartenza).
“Dobbiamo dire che – spiega il presidente Manenti – i sindaci sono stati concordi circa l’attuazione di interventi mirati concreti e immediati a favore delle circa 17.000 imprese che sono diventate insolventi a causa della chiusura momentanea e che diversamente sarebbero costrette a chiudere per sempre.
Con riferimento alla questione dei tributi locali, si stanno trovando delle soluzioni tecniche per attuare la sospensione richiesta da parte della nostra associazione legata all’emergenza Covid 19.
Sono anche in programma aiuti alle imprese del territorio attraverso l’utilizzo dei fondi ex Insicem.
A seguito di ulteriori provvedimenti governativi di aiuti alle imprese, tra lunedì e martedì sarà tenuto un nuovo incontro per velocizzare l’iter di interventi specifici.
Concludiamo confermando l’interesse mostrato da tutti i sindaci che hanno partecipato alla conference call di ieri per la creazione di un comitato di salute pubblica e l’apertura di un tavolo di crisi con la presenza di Confcommercio, espressione e portavoce delle istanze della categoria in tutti i territori della provincia iblea”.

Ultimi Articoli