Dagli uliveti comunali olio per gli asili nido

Sessanta litri di olio proveniente da piccoli uliveti di proprietà comunale saranno messi a disposizione degli asili nido

L’Amministrazione comunale metterà a disposizione degli asili nido comunali sessanta litri di olio di ottima qualità per essere consumati per la preparazione ed il condimento dei cibi dei piccoli ospiti delle strutture. L’olio in questione proviene dall’area di proprietà del comune di Contrada Cortolillo, nei pressi dell’Ospedale M. P. Arezzo, in cui sono presenti 95 piante di olivo, terreno dato in concessione tramite avviso pubblico rivolto ai cittadini interessati alla cura delle piante, raccolta e molitura delle olive con l’impegno di cedere una percentuale dell’olio prodotto al Comune per destinarlo agli asili nido.
All’avviso pubblico in questione che riguardava la concessione per tre anni anche di altre aree a verde di proprietà comunale, ha partecipato il dott. Vittorio Sartorio, che per il terreno di contrada Cortolillo ha offerto la percentuale più alta di cessione dell’olio prodotto all’Ente.
“Il servizio patrimonio naturale e verde pubblico – dichiara l’assessore al ramo Giovanni Iacono – ha avviato la procedura per la concessione di terreni comunali destinati a uliveti alcuni dei quali ubicati a Marina di Ragusa ed uno ad Ibla.
L’Amministrazione comunale ha infatti ritenuto opportuno concedere la raccolta dei frutti ai cittadini residenti nel comune di Ragusa che ne avessero fatto richiesta, a fronte della bonifica dell’area, la pulizia dei rinascenti e dei polloni e la manutenzione dell’area.
Stamane al Comune il dott. Vittorio Sartorio ha consegnato simbolicamente una delle tante bottiglie di olio che viene ceduto al Comune affinché sia destinato ai piccoli ospiti degli asili nido.
E’ questo il risultato di un interessante attività avviata per la prima volta da questa Amministrazione comunale che consente di curare terreni che producono dell’ottimo olio, una cui parte viene data al Comune e messa a disposizione della nostra comunità”.

Ultimi Articoli