La questione tributi in primo piano al Consiglio Comunale

Seduta del civico consesso dedicata a questioni di bilanci, in particolare la verifica salvaguardia equilibri, assestamento di bilancio e stato di attuazione dei programmi del bilancio di previsione 2020-2022, e l’approvazione del Bilancio consolidato 2019.
Rinviato il primo punto all’OdG, la nomina per sorteggio del nuovo Collegio dei Revisori dei Conti per il triennio 2020-2023, per un ritardo nella messa a punto della procedura informatica di sorteggio.

I due punti sono stati esitati favorevolmente, poche, per non dire del tutto inesistenti, le eccezioni e i rilievi dei consiglieri comunali, del resto si ha la netta impressione che procedure e adempimenti siano perfettamente aderenti alle normative, per cui sarebbe anche difficile andare a sollevare eccezioni su un lavoro che assessore e dirigente, con un collaudato staff di funzionari, esitano egregiamente, soprattutto, nei tempi richiesti.
Ascoltare, poi, l’assessore Iacono sulla materia è un piacere, un misto di competenza e chiarezza espositiva che rende l’argomento non solo percepibile, come non è avvenuto mai, ma anche interessante, se non addirittura gradevole.

Per quanto riguarda la salvaguardia degli equilibri e l’assestamento di bilancio, l’assessore ha tenuto ad evidenziare la verifica già ottemperata del 30 giugno scorso, alla quale si aggiunge questa entro il 30 novembre, imposta da minori entrate e aumento di determinati costi.
In ogni caso permane l’equilibrio di bilancio e non ci sono ipotesi di possibile disavanzo, pochi i debiti fuori bilancio, prevalentemente da sentenze esecutive, che non possono incidere per l’esiguità delle somme, circa 87.000 euro.
Ci sono minori trasferimenti di Stato e Regione, ma eventuali occorrenze possono essere coperte, ampiamente, dalla disponibilità di poter accedere ad anticipazioni di cassa, per quanto si pensa di poter fare fronte, comunque, con la liquidità disponibile.
Su richiesta, c’è stato anche l’intervento del Presidente del Collegio dei Revisori, il dott. Cicerone, che ha confermato il parere positivo espresso per l’atto, in merito alla sussistenza degli equilibri.
L’atto approvato all’unanimità dei presenti.

Anche il secondo punto, riguardante il Consolidato 2019, è stato esitato positivamente, con una interessante disamina dell’assessore Iacono, sulle partecipate, Consorzio Universitario e ATO Ambiente, sulla quale ultima l’assessore si è soffermato per evidenziare la particolarità, tutta italiana, e siciliana in particolare, di un carrozzone regionale che, quest’anno, può festeggiare il decennale di messa in liquidazione, una società che non si riesce a chiudere, che costa alla collettività provinciale circa un milione l’anno, che dovrebbe e potrebbe essere sostituita dalla nuova SRR, ma permane viva alla stregua di una tartaruga, aggiungiamo noi.

Poche le comunicazioni, ad inizio seduta, a farla da protagonista la questione tributi, dibattito incentrato sul saldo TARI di fine mese e sugli accertamenti per la TASI 2015 che stanno arrivando all’utenza in questi giorni.
Numerose le richieste, dei consiglieri Chiavola, D’Asta, Gurrieri e Firrincieli che, a vario titolo, hanno chiesto rinvii e agevolazioni per i cittadini che sono in difficoltà per la crisi attuale.
Ribaditi, dall’amministrazione, i principi già espressi più volte: pagare le tasse è un dovere, oltre che una necessità per le casse comunali, per poter garantire i servizi.
Ci sono ampie fasce della popolazione che godono già di agevolazioni, senza dire che molte categorie di cittadini non hanno risentito direttamente della crisi economica, è stato garantito un minimo periodo di tolleranza per eventuali ritardi, l’amministrazione è, in ogni caso, disponibile a vagliare situazioni particolari e per aiutare a trovare soluzioni idonee.
Anche per gli accertamenti TASI 2015 l’assessore Iacono ha tenuto a sottolineare come ci sia , da parte sua e del sindaco, la massima disponibilità all’ascolto e alla comprensione dei bisogni, anche emergenti della gente,
Assieme con i dirigenti sono state adottate decisioni tendenti a minimizzare gli effetti di accertamenti e ingiunzioni, nello spirito di un graduale sempre maggiore contenimento dei tributi non pagati.
È indubbio che questa amministrazione vuole mettere ordine nella massa di evasione e di tributi non pagati che si sono accumulati negli anni, il cui recupero è essenziale ai fini di una sana gestione dell’ente e per garantire parità di trattamento per tutti i cittadini.
Si attendono, fra l’altro, misure agevolative del governo centrale, per lo spostamento dei termini di pagamento e non è, quindi, escluso, che molte difficoltà possano trovare sollievo già nelle prossime settimane.
Iacono ha voluto comunque sottolineare l’azione dell’amministrazione che ha voluto rivedere il rapporto con la ditta incaricata degli accertamenti, si è instaurato un contenzioso, richiesto da più parti, si è interrotto il rapporto per evidenti disfunzioni, non si può dire, certo, che questa amministrazione non ha agito nell’interesse dei cittadini. Rispetto alla mole di non incassato, si sta procedendo per gradi, mentre sono state messe a punto strategie per il ricevimento dell’utenza previo appuntamento telefonico, c’è il portale del contribuente e, quanto prima, saranno attivati gli accordi con i CAF.
Si è parlato anche, su sollecitazione dei vari consiglieri, della necessità di attivare le colonnine per la raccolta degli oli esausti, il cui iter pare avviato alla conclusione, degli accordi per la raccolta dei rifiuti presso le abitazioni dei positivi, della prossima erogazione dei buoni alimentari, che saranno, forse, distribuiti in forma digitale, dopo l’arrivo dei fondi statali che ammontano ad altri 500mila euro, delle questioni riguardanti gli accessi ai cimiteri e delle cooperative che gestiscono i servizi cimiteriali.
Non poteva mancare, data la sua partecipazione alla videoconferenza della seduta, l’intervento del dott. Rabito che ha aggiornato sulla situazione dei ricoveri ospedalieri, leggermente migliorata, con una diminuita pressione sul pronto soccorso.
L’ospedale regge bene e sta riprendendo l’attività chirurgica programmata, si vive, comunque, sempre alla giornata, in attesa dell’evolversi della curva dei contagi, al momento il dott. Rabito ha espresso i sensi del ringraziamento per tutto il personale ospedaliero per la disponibilità e il coraggio che sta dimostrando sul campo.
Per la Giornata contro le violenze sulle donne, Palazzo dell’Aquila era illuminato di rosso e arancione, i consiglieri comunali si sono soffermati sulla ricorrenza con messaggi di solidarietà per le donne vittime non solo di violenze ma anche di soprusi, di minacce, di ricatti e di vessazioni di ogni tipo

Ultimi Articoli