Legambiente: piena e totale solidarietà all’assessore Zanotto

di redazione
Gestione rifiuti a Ragusa: resistere alle vergognose minacce, avanti verso ‘rifiuti zero’

Ogni volta che ci si avvicina alla predisposizione di una sera gara per la gestione dei rifiuti, a Ragusa inizia una campagna tesa a screditare ed eliminare politicamente l’assessore all’ambiente che se ne sta occupando, orchestrata dalla CGIL e da una parte dell’opposizione.
E’ successo un anno fa con l’ex assessore Conti, succede oggi con l’assessore Zanotto.
La scusa è sempre la solita e assolutamente pretestuosa: il mancato ritardo nel pagamento degli stipendi. Tutti sanno, in testa il responsabile della CGIL ed alcuni consiglieri, a cui piace fare teatro invece che politica seria, che la ditta per contratto deve anticipare tre mensilità e che il comune deve pagare entro il mese successivo all’emissione fattura. Se la ditta non è in grado di pagare perché le banche non sono disposte a dare delle anticipazioni, rinunci all’appalto e ci liberi della sua presenza che si è rivelata una sciagura per la città.
All’Assessore Zanotto, al quale va tutta la nostra solidarietà per le vergognose minacce subite da parte di alcuni soggetti che è difficile definire lavoratori e per le pretestuose richieste di dimissioni da parte dell’opposizione, chiediamo di rimanere al suo posto, resistere agli attacchi che probabilmente purtroppo ancora verranno da un sindacato, da un pezzo dell’opposizione, da un pezzo della sua maggioranza e di procedere celermente nell’iter della gara per 7 anni senza tentennamenti.
Così potrà vedere realizzato dopo l’estate il suo progetto, che è anche il nostro, di una città “ verso rifiuti zero “. La città gliene sarà grata.

Ultimi Articoli