L’on.le Lorefice informa sui contributi ai Comuni per ridurre i rifiuti in plastica

“Il nostro Paese è sempre più proiettato verso la transizione ecologica, anche per intraprendere la sfida ambiziosa e necessaria al fine di risolvere l’annoso problema dello smaltimento dei rifiuti, che in alcune aree del Paese sta assumendo i connotati di una vera e propria emergenza.
Per sostenere i nostri Comuni ad avviare un “programma sperimentale mangiaplastica”, il Ministero della Transizione Ecologica ha pubblicato sulla Gazzetta dell’11 ottobre un decreto ministeriale, che promuove l’acquisto di eco-compattatori attraverso il riconoscimento di uno specifico contributo alle amministrazioni comunali.”
È quanto dichiara la presidente della Commissione Affari Sociali della Camera, Marialucia Lorefice (m5s), che spiega: “Ho informato personalmente con una nota i sindaci della provincia di Ragusa sull’opportunità di aderire a questa iniziativa, molto importante per ridurre i rifiuti in plastica, favorirne la raccolta selettiva e migliorarne l’intercettazione e il riciclo in un’ottica di economia circolare.

Le risorse complessive – prosegue Lorefice – ammontano ad una dotazione, per l’anno 2021, pari a 16 milioni di euro; a 5 milioni per l’anno 2022; a 4 milioni per l’anno 2023 e a 2 milioni di euro per l’anno 2024.
Il contributo erogato a ciascun Comune rientra nel limite di 15.000,00 euro per l’acquisto di un eco-compattatore di capacità media e di 30.000 euro per l’acquisto di un eco-compattatore di capacità alta.
La scadenza per l’invio dell’istanza volta all’ottenimento del contributo per l’anno in corso è fissata a 30 giorni dalla pubblicazione del decreto sulla Gazzetta Ufficiale e deve essere presentata esclusivamente attraverso l’apposita piattaforma informatica rinvenibile al seguente link: https://padigitale.invitalia.it/
Le istanze accederanno alla fase istruttoria sulla base dell’ordine cronologico di presentazione, ed entro 90 giorni dalla chiusura dei termini, il Ministero della Transizione Ecologica pubblicherà, sul proprio sito web, la graduatoria delle domande ammesse, sulla base della valutazione dei progetti presentati da parte della competente Direzione Generale.
Mi auguro che i Comuni iblei approfittino di questa occasione, così da percorrere la strada verso la transizione ecologica che è un punto fermo del nostro programma di governo, e l’unica via possibile per lasciare ai nostri figli un Pianeta in salute e un futuro sostenibile.” Conclude Lorefice

Ultimi Articoli