Passalacqua a Schio per la Coppa Italia

di redazione
Ragusa, Schio, Lucca e Venezia si contenderanno il primo titolo della stagione

Al Palaromare di Schio va in scena la Final Four di Coppa Italia che vedrà le quattro realtà migliori del basket femminile in Italia.
La comitiva ragusana parte con l’obiettivo di fare meglio possibile. La vittoria con Lucca di sabato scorso, d’altra parte, ha dato nuova linfa ed ha rinfrancato ulteriormente il morale di un gruppo che è cosciente dei propri mezzi ma che, allo stesso tempo, sa bene di non potersi concedere alcuna distrazione nel corso di nessuna partita, contro qualunque tipo di avversario.
Men che meno quelli che si andranno ad affrontare in questa Final Four. A partire dalla Reyer Venezia, che sarà l’avversario delle ragusane nella semifinale di domani, in programma alle ore 17,00 (diretta streaming sul canale Youtube della Lega).
“Questi anni – dice l’assistant coach Maurizio Ferrara – ci hanno dato delle grandi soddisfazioni e ogni volta abbiamo avuto la possibilità di raggiungere un obiettivo, adesso si ripresenta la stessa possibilità anche quest’anno, frutto del grande lavoro che si è fatto dal punto di vista societario e tecnico.
Fare un passo in più dell’anno scorso sarebbe un obiettivo che secondo me meriteremmo proprio per gli sforzi fatti in questi anni.
Siamo sicuramente una squadra e una società che meriterebbe un grande risultato e se questo fosse quello della vittoria della Coppa Italia saremmo pronti a gioire e festeggiare.
Il primo avversario che si presenta è Venezia, dopo alcuni impegni importanti, non ultimo quello con Lucca: un match con tantissime emozioni diverse nel corso del 40 minuti e che poi siamo riusciti a vincere. Incontriamo una delle quattro squadre migliori del campionato, con un grande organico, un grande sistema di gioco; un avversario da tenere sempre sotto pressione perché è in grado di potere scappare via e dunque dovremo essere sempre attaccati alla partita, e giocarla fino alla fine. Questo è il primo obiettivo che ci poniamo, sapendo che l’incontro con Venezia ci può aprire le porte per la finale di domenica”.

Entusiasmo nell’ambiente della pallacanestro femminile anche per i successi nel settore giovanile della Passalaqua.
Una grande prova delle Aquilotte biancoverdi alla finale nazionale del Trofeo delle Regioni, che la selezione siciliana ha perso di un solo punto con la Lombardia con il punteggio finale di 42-41.
Beatrice Stroscio nelle sei gare della manifestazione ha realizzato 107 punti totali con la media di 17.8 punti a partita, 5 rimbalzi e 3 recuperi e risultando alla fine la migliore realizzatrice del torneo.
Quest’anno, purtroppo, non è stato assegnato il titolo di Mvp della manifestazione, ma è stato assegnato il premio simpatia alla Sicilia.
Buono anche il rendimento di Lucia Savatteri che ha preso 5 rimbalzi di media a partita, dando un grosso contributo alla squadra e confermandosi giocatrice di sicura prospettiva.
Per lei è arrivata la convocazione nella nazionale Under 14/15 a Mosciano Sant’Angelo (TE) dal 4 al 6 aprile. Risultati che confermano, ancora una volta, gli importanti passi in avanti che, anche dal punto di vista giovanile, sta mettendo in atto la società biancoverde che anche in quest’ambito è sempre più punto di riferimento per tutta la Sicilia e non solo, e che premiano il buon lavoro che ogni giorno tecnici ed istruttori mettono in campo.

{gallery}passalacqua a schio{/gallery}

Ultimi Articoli