Simone Digrandi, il precursore

L’iniziativa dell’apertura di aule studio nelle località balneari, frutto della vulcanica mente di Simone Digrandi, proposta e avviata a marina di Ragusa, negli anni passati, prende corpo anche in provincia, a sostegno della valenza.
Nonostante sia un fedelissimo del sindaco Cassì, parte del suo cerchio magico, Digrandi si rivela amministratore capace, attento e dedicato alle sue deleghe come pochi, con una adeguatezza al ruolo rara nell’entourage di Cassì, dal quale ha acquisito qualche vezzo.
Come quello di questa comunicazione, aria fritta come tanti comunicati del sindaco di Ragusa, perché non si riesce a intravedere il filo che lega le diverse iniziative in vari centri della costa iblea, filo che non giustifica foto di rito e non fa capire come e perché gli assessori dei vari comuni si sono organizzati insieme per consentire l’apertura di questi punti.
Piuttosto, da rimarcare un dato che emerge, quello dell’apertura delle aule studio solo negli orari antimeridiani, salvo quella di Marina di Modica. Una questione come quella degli orari delle biblioteche comunali – anche queste dovrebbero consentire l’utilizzo di aule per studenti nel periodo estivo, per offrire locali idonei allo studio, non sempre a disposizione di tutti – legati agli orari del personale, senza alcuna elasticità che i comuni dovrebbero poter garantire.

Questa, comunque, la nota dell’Ufficio Stampa del Comune di Ragusa

Cinque aule studio estive su tutto il litorale ibleo, l’iniziativa sinergica di alcuni comuni della provincia

Non solo Marina di Ragusa: da quest’anno saranno cinque le aule studio estive, dedicate agli studenti che devono concentrarsi per i propri esami universitari o per i test di ingresso ai corsi di laurea, che saranno operative su tutta la nostra costa.
L’iniziativa nasce da diversi assessori di altrettanti comuni iblei che si sono organizzati insieme per consentire l’apertura di questi punti: Simone Digrandi e Catia Pasta per il Comune di Ragusa, Samuele Cannizzaro per il Comune di Modica, Francesca Corbino per il Comune di Vittoria, Caterina Gambino e la delegata alle politiche giovanili Matilde Piazza per il Comune di Santa Croce Camerina, Valeria Timperanza per il Comune di Scicli,

Queste le aule studio che saranno disponibili per gli studenti e i giovani turisti nelle località balneari o zone ad esse limitrofe, di tutta la provincia iblea, dal 15 luglio al 30 agosto 2024, dal lunedì al venerdì, nelle seguenti location e orari di apertura:

Donnalucata: Delegazione comunale di Palazzo Mormino, Via Regina Margherita, dalle 9 alle 13.
Posizione: https://maps.app.goo.gl/nHazaBFdPG573jSf9

Marina di Ragusa: Plesso scolastico “S. Quasimodo” di Via Portovenere, dalle 8.30 alle 13.30.
Posizione: https://maps.app.goo.gl/cn3BkUC7hKmFmJnf6

Marina di Modica: Auditorium “Nannino Ragusa”, Via Falconara, dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19.
Posizione: https://maps.app.goo.gl/WybwRsXymCvQSS9P7

Santa Croce Camerina: Biblioteca Comunale, Via Gozzi 20, dalle 9 alle 13.
Posizione: https://maps.app.goo.gl/fNh7gjHfwEVRUeSa9

Scoglitti: Plesso Scolastico “L. Sciascia” di Via Malfa 32, dalle 8,30 alle 13.30 (questa è già operativa da ieri 8 luglio).
Posizione: https://maps.app.goo.gl/57eKYuhmyNbCedaG8

“Si tratta della seconda iniziativa di un percorso, avviato negli scorsi mesi, – dichiarano gli assessori coinvolti – che vede tutti i comuni della provincia in rete per quanto riguarda le politiche giovanili, dopo il patrocinio congiunto al Job Relais tenutosi a Ragusa lo scorso giugno.
Un costante e continuo lavoro di confronto – che passa anche per la commissione politiche giovanili ANCI Sicilia – ci porterà a dare sempre più vita a iniziative, servizi e tutto ciò che può essere utile e importante per i nostri ragazzi”.

Ultimi Articoli