Telefono solidale: per garantire la consegna dei farmaci a persone non autosufficienti

Assistenza umanitaria per 63 orfani di guerra dall’Ucraina in uno con gruppi laici e religiosi

Voluta dall’ Auser, associazione di promozione sociale e volontariato, e promossa dalla Cgil e dal sindacato dei pensionati SPI, è stata avviata l’iniziativa dl servizio del telefono solidale per gli anziani, nel mese di agosto.

Chiamando, da lunedì a venerdì dalle 9 alle 12,30, saranno i volontari che assisteranno le persone non autosufficienti per garantire, direttamente o con la collaborazione delle farmacie, la consegna dei farmaci a domicilio.
Il telefono solidale è attivo a Ragusa chiamando il numero 351 811 2293 – a Modica 388 730 4678 – a Ispica 338 230 9297 – a Pozzallo 351 706 6268.
Il telefono solidale segue a distanza di poche settimane un’altra iniziativa particolarmente significativa che coinvolge la CGIL della provincia di Ragusa in collaborazione con altre associazioni laiche e religiose.
Infatti, 63 bambini ucraini orfani di guerra sono stati evacuati dagli orfanotrofi di Mariupol e Kramatorsk e ospitati in Sicilia.
Alcuni di essi attualmente vivono a Modica. Grazie alla rete solidaristica che ha coinvolto l’associazione “Papa Giovanni XXIII, i volontari della rete territoriale della CGIL, dello SPI, dell’Auser e numerosi soggetti privati ai bambini ospitati nella nostra provincia si sta assicurando una serena permanenza che, purtroppo, non si prevede di breve durata.
La CGIL della provincia di Ragusa, la rete territoriale del volontariato Auser e lo SPI fanno appello a lavoratori, ai giovani e a tutti i cittadini affinché, anche nel periodo estivo, non venga meno l’impegno sociale per combattere le disuguaglianze, dentro e fuori i posti di lavoro, e la tensione solidaristica che deve caratterizzare una comunità che rifiuta l’intolleranza e il razzismo.

Ultimi Articoli