Territorio Ragusa sembra dire: ‘Sindaco, se ci sei batti un colpo’

Preoccupazioni di Territorio Ragusa sulla reale situazione sanitaria in città: da una parte notizie poco confortanti sul numero dei positivi e dei ricoverati, dall’altra il sindaco di Ragusa che appare meno preoccupato di altri colleghi della provincia.
Il segretario cittadino di Territorio Ragusa, Michele Tasca, vorrebbe trarre conclusioni dalla marea di sollecitazioni che sono rivolte dai cittadini e lanca la proposta di procedere, almeno ad uno screening su tutta la popolazione.

Questa la nota diramata:

Sindaci della provincia in allarme per l’aumento dei contagi, solo a Ragusa si attende come andrà a finire

Una riflessione del segretario cittadino di Territorio Ragusa, arrivata alla fine di una verifica, all’interno del Direttivo, delle numerose sollecitazioni ricevute da molti cittadini.
“Allo smarrimento che pervade molti cittadini si aggiungono la confusione e le notizie contraddittorie sulla reale situazione in città.
È di tutta evidenza il ruolo che in tutti i Comuni svolgono i Sindaci, da noi il Sindaco Cassì, come ha più volte dichiarato, attende solo decisioni superiori”
Queste le considerazioni di Michele Tasca che aggiunge:
“A Comiso e ad Acate, oltre che ha Vittoria è stata ordinata la ‘zona rossa’: come ha sottolineato il Presidente della Regione, Musumeci, la decisione è stata presa sulla scorta dei pareri dell’ASP e in base alle richieste dei Sindaci. Da ciò si deve arguire che, per Ragusa, la mancata ordinanza di ‘zona rossa’ è dovuta aalla mancata richiesta del Sindaco o ai dati confortati che non la prevedono. Ma questo non è dato sapere, il Sindaco non ritiene opportuno informare la città.
Dalle notizie ufficiali, però, si legge di un aumento dei contagi e di dati, globalmente non confortanti, si fa un gran parlare di provvedimenti e quelli ultimi del Presidente Musumeci, sulla chiusura domenicale delle attività commerciali fanno propendere per una situazione ancora delicata.”
In tema di prevenzione e isolamento dei positivi, a Vittoria screening per tutti i dipendenti comunali, a Santa Croce Camerina e Modica tamponi a tappeto per tutta la popolazione, da noi solo il dato di città capoluogo con i più alti e preoccupanti indici di positivi in relazione al numero di abitanti.”
“Non resta che chiedere – conclude il segretario cittadino di Territorio – ma sappiamo già che il nostro primo cittadino non si abbassa dare risposte, se non possa essere ritenuto necessario uno screening di massa sulla popolazione ragusana, al fine di identificare, ulteriormente, i positivi in città e poter adottare le opportune misure di contenimento:”

Ultimi Articoli