Torrenova blocca la corsa della Virtus Kleb

Sconfitta forse inaspettata, per la Virtus Kleb, di certo meritata perché la squadra di casa ha giganteggiato in attacco, ha operato una buona difesa e, soprattutto ha giocato per tutti i 40 minuti con grande impegno e concentrazione.
La squadra ragusana è esistita a tratti, trascinata all’inizio da Mastroianni e Ianelli, per il resto tutta la squadra nell’anonimato più assoluto con qualche isolato sprazzo di Chessari, di Stefanini e di Idrissu.
A tutto si aggiungono due falli antisportivi e molti falli che si potevano evitare, era evidente che Ragusa è stata condizionata anche dal carico di falli che, forse, non ha consentito di recuperare nel finale, come era avvenuto per altre partite.

Torrenova inizia con decisione e dopo 4 minuti conduce 9-0, sono le due triple di Ianelli a tenere Ragusa in partita, assieme ai tiri dalla lunetta di Mastroianni, ma la squadra di casa riesce a tenere un vantaggio di 6/8 punti fino alla prima sirena, si chiude sul 24-18.
Seconda frazione in sordina, che ha un parziale di 10 pari, si chiude infatti sul 34-28 senza lampi da ambedue le parti.
Al ritorno dagli spogliatoi, illude la tripla di Sorrentino, e subito dopo quella di Mastroianni, mentre Ianelli appare contratto, carico com’è, già da prima del riposo, di tre falli.
È in questa fase che i padroni di casa allungano le distanze e a metà del terzo quarto sono avanti fi 10 punti, 47-37.
Ragusa sembra in bambola, non c’è una regia efficace, la panchina non riesce a trovare soluzioni per arginare lo strapotere dei torrenovesi che chiudono sul + 12, 59-47, dopo essere stati avanti anche di 14.
Nell’ultima frazione sempre più numerosi gli errori dei ragusani, sul 63-53, a metà tempo arriva anche l’antisportivo di Mastroianni, i virtussini appaiono deconcentrati e demoralizzati, stanchi, Ianelli sbaglia dalla lunetta, Mastroianni non realizza i suoi tentativi da tre punti, Torrenova si mantiene sui 10 punti di vantaggio, concentrata su ogni pallone, si chiude sul 71-57, un +14 che rispecchia il divario che è emerso dal campo.
Alcuni dati la dicono lunga sulla prestazione di Ragusa: solo 14 su 34 nei tiri da 2, addirittura 5 su 30 dall’arco, 49 i rimbalzi dei padroni di casa contro solo 29 dei ragusani, 16 gli assist dei messinesi, solo 4 degli iblei.
Ragusa interrompe la serie positiva, lo fa contro una squadra ben messa e piena di volontà di vincere, ma senza grandi individualità e che non ha espresso un grande gioco.

Ultimi Articoli