Viabilità e parcheggi, luci e ombre dell’amministrazione Cassì

Ci sono settori dell’amministrazione Cassì che girano con fluidità, per altri ci sono criticità che si stentano a risolvere, considerato anche che l’amministrazione è in carica da tre anni e i problemi di viabilità a Marina di Ragusa e a Ibla sono sempre esistiti.

A Marina di Ragusa, una nuova ordinanza, quando la stagione è in dirittura finale, per ampliare la ZTL.
A partire da sabato 31 luglio nuove disposizioni, l’ordinanza, la planimetria e i relativi allegati sono disponibili sull’Albo pretorio online al link:
https://ragusa.trasparenza-valutazione-merito.it/web/trasparenza/albo-pretorio/-papca/display/5128342?p_auth=FFyK3APC
Il Sindaco parla ancora di sperimentazione, che segue quella dei due precedenti fine settimana, per evitare che il traffico intasi il centro della frazione nelle ore serali del sabato e della domenica.
Con la nuova ordinanza, in vigore da sabato 31 luglio e fino al 5 settembre, aumentano le zone tutelate dal provvedimento.
Questi gli orari:
– dal 31 luglio all’8 agosto e dal 16 agosto al 5 settembre nelle giornate di sabato (dalle ore 20.00 alle ore 3.00) e domenica (dalle ore 20.00 alle ore 2.00);
– dal 9 al 15 agosto tutte le sere dalle ore 20.00 alle ore 3.00.

I pass già rilasciati lo scorso anno e quest’anno rimarranno validi, sebbene in determinate aree potrebbe cambiare il posizionamento del varco d’accesso. Nuovi pass possono essere richiesti attraverso la modulistica allegata all’ordinanza.
Come già accaduto, la fase iniziale della nuova sperimentazione della ZTL sarà contrassegnata da elasticità e buonsenso.
Nessuno lo vuole ammettere, ma questa ultima sperimentazione vorrebbe risolvere il flop del parcheggio scambio di via Escriva, finora ignorato dagli automobilisti e con un servizio di navetta che ha visto già i primi aggiustamenti per rendere più conveniente la tariffa di utilizzo.
E molti delle criticità in materia derivano, appunto, dalle incertezze e dalle incapacità gestionali del settore trasporto pubblico e mobilità alternativa che va a tentoni e persegue politiche che restano quasi sempre senza riscontri positivi.
Nella nota dell’Ufficio Stampa del Comune si ricorda che a Marina sono disponibili due ampi parcheggi gratuiti: il parcheggio Vincenzo Rabito (detto parcheggio Padre Pio), da circa 400 posti, e il parcheggio di via Escrivà, da oltre 300 posti, il quale è collegato con il centro della frazione tramite navette Ast, attive dalle 19.30 alle 02.00 con frequenza ogni 10′.
Ma non si dice che la navetta si paga e profumatamente, mentre per superare l’emergenza traffico serale sarebbe stato meglio favorire l’utilizzo con la gratuità.

A seguito dell’ordinanza 877/2021 che amplia la ZTL a Marina di Ragusa, sono state apportate alcune modifiche alla viabilità della frazione rivierasca.
Con Ordinanza Dirigenziale n. 17 del 29/07/2021 del Settore 8 “Corpo di Polizia Municipale e Politiche per la sicurezza urbana” è stato ripristinato il doppio senso di circolazione:
– sulla via Panoramica (tratto via Rimembranza – via Pescara);
– sulla via Pescara (tratto via Panoramica – via Molfetta);
– sulla via Molfetta (tratto via Pescara – via Sanremo).
Inoltre, è stato istituito il divieto di sosta permanente (0-24), con rimozione forzata:
– sul lato destro degli ultimi 30 metri di via Panoramica, in direzione via Pescara;
– sul lato destro dei primi 30 metri di via Pescara, in direzione di via Benedetto Brin a partire da via Panoramica;
– sul lato destro di via Molfetta, intero tratto via Pescara – via Sanremo in direzione di quest’ultima.
Tale provvedimento permetterà di rendere più agevole il transito dei veicoli sia in entrata che in uscita da Marina di Ragusa, con particolare riferimento a quelli che intendono raggiungere la zona del “Porto Turistico”.

ORDINANZA CHE AMPLIA LA ZTL A MARINA DI RAGUSA

Anche a Ibla non mancano i problemi, il quartiere barocco è raggiungibile a piedi con le splendide passeggiate da Santa Maria delle Scale e dal Carmine, ma ci sono anche le navette, con trasporto pubblico giornaliero Ast (dalle 6.40 alle 21.00), navette circolari Ast (capolinea in Piazza Libertà e Giardini Iblei, attive dalle 19.10 alle 01.25),e navette dirette gratuite (capolinea Piazza del Popolo e Largo SS. Trovato, attive dalle 19.00 alle 2.00. Dal 4 giugno al 3 ottobre: venerdì, sabato, domenica, festivi e prefestivi. Dal 6 agosto al 22 agosto: tutti i giorni)”.
Oltre a questi servizi predisposti, l’Amministrazione è al lavoro per aumentare la disponibilità di parcheggi nel quartiere barocco.
“Le ispezioni geologiche propedeutiche all’apertura della Vallata Santa Domenica – ha dichiarato l’assessore alla Polizia Municipale, Ciccio Barone – hanno fatto emergere la necessità di mettere in sicurezza il costone sovrastante al parcheggio San Paolo, che contemporaneamente è stato oggetto di riqualificazione così da essere comunque pronto all’uso appena possibile.
In attesa dell’intervento che ci consentirà di utilizzare anche questa area di sosta, siamo comunque al lavoro per recuperare altri parcheggi.
A partire da sabato 31 luglio, ulteriori 25 stalli liberi e gratuiti saranno disponibili nell’esistente parcheggio all’ingresso di via avv. G. Ottaviano, ricavati attraverso una migliore ottimizzazione degli stalli esistenti.
Al tempo stesso, procedono i lavori per l’allargamento proprio di via Ottaviano, così da consentire sia la doppia sosta lungo la circonvallazione e sia il doppio senso di marcia”.

Sui lavori in via Ottaviano, voluti a tutti i costi per recuperare qualche stallo di sosta, invece di interdire il traffico nel quartiere, in certe ore, come sarebbe conveniente ed essenziale, numerose sono le critiche, per i risultati che saranno tutti da verificare, secondo alcuni.
“Si gioca sul filo dei centimetri. Apprezzabile l’impegno, ma il risultato è migliorabile. E anche se, di certo, si tratta di una soluzione tampone, non definitiva, ci si può sforzare a garantire un esito complessivo più adeguato alle esigenze del quartiere barocco”.
Così il presidente dell’associazione Ragusa In Movimento, Mario Chiavola, a commento dei lavori, tutt’ora in corso, almeno in parte perché nel primo tratto sono già stati completati, che stanno provvedendo ad allargare la circonvallazione di via Ottaviano a Ibla per consentire il parcheggio di altre auto.
“Sarà stata recuperata, sì e no, qualche decina di centimetri – spiega Chiavola – le auto, certo, possono parcheggiare. Ma la sede stradale rimane comunque troppo stretta. Tanto è vero che, in presenza di auto in sosta, quando si incrociano due vetture di una determinata dimensione, per non parlare degli autobus, è sempre un problema.
E poi, soprattutto nei fine settimana, quasi nessuno rispetta il divieto di sosta nella parte terminale della circonvallazione, lungo la strada che conduce a Giarratana, in prossimità della prima curva.

A margine della problematica viabilità e parcheggi nelle zone interessate da flussi turistici, l’ennesima amenità del settore mobilità sostenibile che, sempre con paradossale ritardo, ha pubblicato, sul sito istituzionale del Comune, l’atto di indirizzo n.394 del 27.07.2021 con il quale l’amministrazione comunale ha emanato apposite direttive per l’avvio in via temporanea stagionale a carattere sperimentale, della durata non superiore a sei mesi, del servizio di sharing di monopattini elettrici da svolgersi esclusivamente in zone delimitate di Marina, Ragusa Centro e Ibla.
Vogliamo risolvere i problemi di mobilità di Ragusa e di Marina con i monopattini.

Ultimi Articoli