53 associazioni ambientaliste chiedono chiedono che venga rapidamente chiuso l’iter relativo al Parco nazionale degli Iblei, il documento

Riportiamo integralmente il documento inviato alle autorità di competenza, da 53 associazioni ambientaliste per sollecitare la definizione dell’iter per l’istituzione del Parco degli Iblei:
Siracusa/Ragusa/Catania/Palermo, 28 luglio 2022

Al Commissario Straordinario del Libero Consorzio Comunale di Siracusa
ufficio.protocollo@pec.provincia.siracusa.it
presidenza@pec.provincia.siracusa.it

Al Commissario Straordinario del Libero Consorzio di Ragusa
protocollo@pec.provincia.ragusa.it

Al Commissario Straordinario della Città Metropolitana di Catania
protocollo@pec.cittametropolitana.ct.it

All’Assessorato Regionale Territorio e Ambiente
– Ufficio di Gabinetto
– DG Dipartimento Ambiente
– Servizio 3 aree naturali protette
assessorato.territorio@certmail.regione.sicilia.it
dipartimento.ambiente@certmail.regione.sicilia.it

Al Ministero della Transizione Ecologica
– Ufficio di Gabinetto
– D.G. Patrimonio Naturalistico Mare
– Divisione PNI II Gestione Aree protette
PNM@pec.mite.gov.it
pnm-2@mite.gov.it

Oggetto: Procedimento relativo all’istituzione del Parco Nazionale degli Iblei, di cui al D.L. del 01/10/2007 n. 159, convertito in legge del 29/11/2007 n. 222 avente per oggetto “Disposizioni in materia ambientale”.

Le seguenti associazioni e organizzazioni: Legambiente Sicilia Aps, in persona del presidente e legale rappresentante Antonio Zanna, nato a Monreale (PA) il 04/10/63, C.F. ZNNNTN63R04F377L, con sede in Palermo Via Paolo Gili n. 4, Padiglione 13, c/o Cantieri Culturali alla Zisa, Legambiente Siracusa – Circolo “Chico Mendes”, in persona della legale rappresentante Giuseppa Mangano, con sede in Siracusa, Piazza Santa Lucia n. 20, Legambiente Ragusa – Circolo “Il Carrubbo”, con sede in Ragusa, Via Umberto Giordano n. 55, in persona del legale rappresentante Claudio Conti, Legambiente Modica – Circolo “Melograno”, con sede in Modica, in persona della legale rappresentante Giorgio Cavallo, Legambiente Ispica – Circolo “Sikelion”, in persona del legale rappresentante Anna Alì; Legambiente Scicli – Circolo “Kiafura”, in persona della legale rappresentante Alessia Gambuzza; Legambiente Priolo Gargallo, Floridia e Solarino – Circolo “L’Anatroccolo”, in persona del legale rappresentante Giuseppe Giaquinta; Legambiente Melilli – Circolo “Timpa Dieri”, in persona del legale rappresentante Vincenzo Incontro; Legambiente Augusta – Circolo C.i.p.a., in persona del legale rappresentante Domenico Ciacchella; Legambiente Catania – Circolo “Città Ambiente”, in persona della legale rappresentante Viola Sorbello; WWF Sicilia O.A. Sud Orientale, in persona della presidente e legale rappresentante Oleana Prato; WWF Sicilia O.A. Nord Orientale, con sede in Giarre, Piazza Marcherione n. 1, in persona della legale rappresentante Vita Raiti; Ente Fauna Siciliana, Sezioni di Siracusa, Canicattini Bagni, Noto, Avola e Modica, in persona dei rispettivi legali rappresentanti; Lipu Sezione di Siracusa, in persona del legale delegato Federico Militello; Lipu Sezione di Catania, in persona del legale delegato Pippo Rannisi; Italia nostra Sicilia, in persona del presidente regionale Leandro Janni, con sede in Siracusa, Via Alagona n. 66; Italia Nostra, Sezione di Siracusa, con sede in Siracusa, C.so Timoleonte n. 103, in persona della Presidente Liliana Gissara; Italia Nostra Sezione di Melilli, con sede in Melilli, Via Middletown n. 2/B, in persona della presidente Nella Tranchina; Slowfood – Condotta di Siracusa, in persona del legale rappresentante Elia Zocco; Associazione Esplorambiente, con sede in Scicli, Via delle Regioni n. 3, in persona del legale rappresentante Rosario Zaccaria; Ente Fauna Siciliana, Sezioni di Siracusa, Canicattini Bagni, Noto, Avola e Modica, in persona dei rispettivi rappresentanti legali; Club Alpino Italiano – Sezione Siracusa, con sede in Siracusa, Piazza Santa Lucia n. 20, in persona della presidente e legale rappresentante Marisa Sgroi; Club Alpino Italiano – Sezione Ragusa, con sede in Ragusa, Via Umberto Giordano n. 57, in persona del legale rappresentante Eugenio Antoci; Natura Sicula Onlus, C.F. 93056770899, con sede in Siracusa, Via del Faggio n. 8, in persona del presidente legale rappresentante Fabio Morreale; Associazione Acquanuvena, in persona del legale rappresentante Baldassarre Cuda; Associazione Italiana di Architettura del Paesaggio, Sezione Sicilia, con sede in Palermo; Assoraider Siracusa 6 Odv, con sede in Siracusa, Piazza Santa Lucia n. 20, in persona del legale rappresentane Salvatore Corso; Flai – Cgil Sicilia, con sede in Palermo, Via Ercole Bernabei n. 22, in persona del segretario generale regionale Tonino Russo; Flai – Cgil Siracusa, con sede in Siracusa, V.le Santa Panagia, 205-207, in persona del legale rappresentante Domenico Bellinvia; Azienda Agricola Pupillo di Carmela Pupillo, con sede in Siracusa, C.da Targia, in persona della legale rappresentante Carmela Pupillo; L’Arcolaio Società Cooperativa Sociale, con sede in Siracusa, Viale Teracati, 51/D, in persona del legale rappresentante Giuseppe Pisano; Associazione Guide Ambientali Escursionistiche – Coordinamento Sicilia, con sede in Via Giulia n. 18; FederEscusionismo Sicilia, con sede legale in Zafferana Etnea, Via Roma, in personae del legale rappresentante Dario Teri; Stitfung Pro Artenvielfalt – Foundation for Biodiversity, in persona del legale rappresentante Carlo Cappuzzello, Kalura – Associazione Naturalistica per l’escursionismo, con sede in Ragusa, Via Torrenuova n. 154, in persona del legale rappresentante; Comitato per i parchi e per la valorizzazione ed il recupero urbanistico del patrimonio ambientale, archeologico e paesaggistico della città di Siracusa “Santi Luigi Agnello”, con sede in Siracusa, Via Nizza n. 16, in persona del legale rappresentante Corrado V. Giuliano; Associazione Artisti Associati – Matt’Officina, con sede in Modica, Via Fontana n. 421, in persona del presidente e legale rappresentante; Rifiuti Zero Siracusa, in persona della legale rappresentante Emma Schembari; Arci Comitato Territoriale di Siracusa, con sede in Piazza Santa Lucia n. 20, in persona della legale rappresentante Simona Cascio; Arci Esedra Sortino, in persona del legale rappresentante Luigi Salonia; Circolo Arci 25 Aprile – Monterosso Almo, con sede in Monterosso Almo, Via San Mauro 3, in persona del legale rappresentante; Archeoclub d’Italia Aps sede di Noto, con sede in Noto, in persona della legale rappresentante Laura Falesi; Associazione Guide delle Guide Turistiche di Siracusa, in persona del legale rappresentante Carlo Castello, con sede in Siracusa, Via Luigi Spagna n. 50/A; Libera Coordinamento di Siracusa, con sede in Siracusa, Piazza Sanata Lucia n. 25, in persona della coordinatrice provinciale Lauretta Rinauro; Libera Coordinamento di Ragusa, con sede in Ragusa, in persona del referente Vittorio Avveduto; Banca Etica Sicilia Sud Est, in persona del coordinatore del Git Sicilia Sud Gaetano Sgarlata; Pro Loco Spaccaforno, con sede a Ispica, C.so Garibaldi n. 7, in persona del legale rappresentante Giorgio Caccamo; Centro Ibleo Ricerche Speleo – Idrogeologiche, con sede in Ragusa, in persona del legale rappresentante Rosario Ruggeri; Associazione AttivaMente, con sede in Solarino, Via Tagliamento n. 30, in persona del legale rappresentante Vincenzo Vitale; Associazione Gruppo Acquisto Solidale Mazzarelli, con sede in Ragusa, Via Caucana n. 22, in persona della legale rappresentante Cecilia Tumino; Armonie – Associazione culturale e di promozione sociale, con sede in Ragusa, Via Perlasca n. 18, in persona del legale rappresentante Simona Occhipinti; Associazione Culturale Minerva, con sede in Siracusa, V.le Santa Panagia n. 136/H, in personal della legale rappresentante Marina De Michele; Cooperativa Sociale Proxima, con sede in Ragusa, Via Monti Iblei n. 45, in persona della legale rappresentante Ivana Tumino; Associazione Dea Iblea, con sede in Ragusa, Via della Quercia n. 53, in persona del legale rappresentante Marcello Occhipinti; Associazione Il Melograno Gruppo D’Acquisto Solidale , con sede in Ragusa, Via Aldo Moro,19 in persona del presidente Cristina Battaglia; Gruppo di Acquisto Solidale “Colibrì”, con sede in Ragusa, Piazza U. Giordano n. 57, in persona del legale rappresentante Giuseppe Burrafato; L’Argent a.p.s. E.T.S., con sed in Ragusa, Piazza della Repubblica s.n., in persona della legale rappresentante Federica Schembri;
premesso che
● la legge 222 del 29 novembre 2007 all’articolo 26 comma 4-septies ha previsto l’istituzione in Sicilia dei seguenti parchi nazionali: Parco delle Egadi e del litorale trapanese, Parco delle Eolie, Parco dell’Isola di Pantelleria e Parco degli Iblei;
● con nota del Ministero della Transizione Ecologica (MiTE) del 24/06/2022 n. prot. 79736, scaturita dalla riunione tecnica del 24 giugno u.s. tra il MiTE, Dipartimento Ambiente la Regione Siciliana, i Liberi Consorzi Comunali di Siracusa e Ragusa ed alla Città Metropolitana di Catania (quest’ultima assente), è stata approvata la proposta di perimetrazione e zonizzazione dell’istituendo Parco;
● tale proposta è stata fatta propria dalla Regione Siciliana che l’ha trasmessa al MiTE, (giusta nota n. 35543 del 17/05/2022), all’esito dei vari confronti con l’ARTA e delle indicazioni fornite dall’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA);
● la proposta in esame è coerente rispetto alla Carta della Natura, Carta dei Corridoi Ecologici, Piani di Gestione dei Siti Natura 2000, Carta degli habitat di interesse comunitario, approvati dalla Regione; nonché con la finalità di integrazione delle strategie e degli interventi per la protezione e la conservazione dei siti riconosciuti e inseriti nella Lista del Patrimonio dell’Umanità -World Heritage List dell’Unesco;
● i rilievi sollevati negli ultimi giorni da parte di alcuni amministratori locali, deputati regionali e soggetti sociali su presunti danni economici al territorio ed alle comunità sono assolutamente destituiti di fondamento;
● la diffusione di notizie false relative ai vincoli del Parco degli Iblei e ai conseguenti danni alle attività economiche che ne deriverebbero, principalmente alle attività agricole, impone di fare chiarezza ricordando che da un semplice confronto tra l’esistente tutela paesaggistica e la disciplina del futuro parco risulta con tutta evidenza che il sistema agricolo con il parco non ha maggiori vincoli di quanti già non ne abbia con i piani paesaggistici. L’unico divieto introdotto con il Parco, come peraltro già avvenuto in tutti i parchi nazionali, oltre a quello di cacciare, riguarda l’utilizzo dei fitofarmaci con le deroghe previste dal piano di azione nazionale per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari. Si tratta di linee guida che comprendono la difesa non solo degli organismi acquatici ma anche e soprattutto la tutela dell’acqua potabile che secondo l’ARPA in molte aree è già in parte compromessa per contaminazione chimica e dunque la prescrizione è assolutamente ragionevole se non necessaria per difendere l’acqua potabile qualitativamente dall’inquinamento di origine agrochimica visto che già abbiamo problemi da punto di vista quantitativo;
● del pari infondati sono i generici e immotivati rilievi sollevati strumentalmente sulla futura governance del parco che discende non da scelte discrezionali del Ministero né può essere influenzata da una ulteriore e inutile attività di concertazione con gli enti locali ma è disciplinata dalle previsioni della vigente legge nazionale che si applica in modo uniforme ed omogeneo dalle Dolomiti bellunesi all’Isola di Pantelleria, non esistendo quindi alcuna specificità “iblea”;
● dopo gli anni dello sviluppo caotico e privo di identità, basato sullo sfruttamento delle risorse ambientali, è ora finalmente di voltare pagina e puntare con decisone verso un modello economico e sociale che sappia ricucire il territorio alla propria storia. L’obiettivo del Parco degli Iblei è quello di raccordare anche fisicamente tutte le aree a grande valenza paesaggistica del territorio di riferimento, in modo da consentire la creazione di un unico sistema ad elevata naturalità dove integrare le più innovative strategie di conservazione dell’ambiente con le altre politiche di sviluppo territoriale. L’istituzione del Parco degli Iblei può una risposta moderna e innovativa alla gravissima crisi economica che da anni attanaglia porzioni sempre più vaste del nostro territorio, soprattutto quelle montane;
● l’iter di istituzione del Parco degli Iblei si protrae ininterrottamente da 15 anni e che, anche alla luce delle superiori considerazioni, le richieste di ulteriore rinvio e di riapertura dei termini per l’istruttoria avanzate da alcuni deputati regionali e da alcuni sindaci di cui hanno natura meramente dilatoria e devono pertanto essere completamente disattese;
● l’attività di concertazione dello Stato con la Regione e gli enti locali, le istituzioni territoriali, che ha altresì coinvolto gli ordini professionali, le rappresentanze associative e di categoria, le associazioni ambientaliste, le altre realtà sociali ed economiche comunque interessate – improntata al principio di leale collaborazione tra Stato e Enti Locali (Corte Costituzionale, 23/01/2009, n. 12) – è stata svolta su impulso del Ministero e della Regione attraverso il coordinamento delle amministrazioni provinciali di Siracusa e Ragusa e si è sviluppata in diversi momenti oltre che con la convocazione di tavoli provinciali, presso le singole realtà locali, sia con momenti assembleari spontanei e aperti che con confronti istituzionali;
● il Comitato Promotore del Parco degli Iblei, di cui fanno parte diverse delle scriventi associazioni, nel corso del lungo iter procedimentale, attraverso la produzione di documenti, avanzando proposte e osservazioni, le audizioni dei propri rappresentanti (agli atti del procedimento e ai quai integralmente si rinvia), ha esaustivamente motivato dal punto di vista scientifico come le diverse componenti del paesaggio, la presenza di siti archeologici e la particolare morfologia del territorio concorrano alla definizione di un paesaggio di straordinario interesse, di grande bellezza e, soprattutto, caratterizzato da un’elevata naturalità, che merita di diventare Parco Nazionale;
tutto ciò premesso
le scriventi associazioni
⮚ chiedono che venga rapidamente chiuso l’iter relativo al Parco nazionale degli Iblei e che il Ministero acquisisca rapidamente il parere sul decreto istitutivo del Governo della Regione Siciliana (previsto dall’art. 8 – comma 1 della L.394/1991) prima delle prossime elezioni regionali;
⮚ rappresentano inoltre netta contrarietà a qualsiasi ipotesi di dilazione dei termini per la presentazione di proposte di modifiche del perimetro/zonizzazione e della disciplina di tutela rispetto alla data del 31 luglio 2022;
⮚ chiedono che nel corso della fase finale dell’istruttoria ministeriale venga accertato, prevedendo ove necessario le conseguenti integrazioni, che:
– la disciplina prevista sia pienamente conforme a quella dei singoli piani paesaggistici approvati e contenga una tutela non inferiore a quella vigente, come previsto dall’art. 145 del D. Lgs. 142/2004;
– la disciplina delle aree coincidenti con le esistenti riserve naturali siciliane che vengono soppresse non comporti un regime di vincolo ed una tutela inferiori a quelli in atto garantiti dalle norme regionali, in particolare per le estese aree di Cava Grande del Cassibile e di Pantalica, Valle dell’Anapo e Torrente Cava Grande;
⮚ chiedono che l’articolo 11 della proposta disciplina venga modificato prevedendo, in conformità alle previsioni di legge, che la sorveglianza nell’area del parco nazionale venga attribuita in via prioritaria ai Carabinieri per la Tutela Forestale, rafforzando anche in Sicilia tale importante presenza e presidio, come avvenuto per il Parco nazionale di Pantelleria.

La presente da valere, altresì, ai sensi della legge 7 agosto 1990, n. 241 e successive modifiche e integrazioni introdotte dalla legge n. 15/05 nonché dalla legge n. 69/09, del regolamento di cui al D.P.R. 12 aprile 2006 n. 184 e della vigente normativa in materia di accesso e di trasparenza dell’attività della Pubblica Amministrazione.
Le associazioni eleggono domicilio presso Legambiente Sicilia Aps, con sede in Palermo Via Paolo Gili n. 4, Padiglione 13, c/o Cantieri Culturali alla Zisa, indirizzo pec: legambientesicilia@pec.it.
In attesa di riscontro, si porgono distinti saluti.
Legambiente Sicilia Aps
Legambiente Ragusa – Circolo “Il Carrubbo
Legambiente Modica – Circolo “Melograno”
Legambiente Ispica – Circolo “Sikelion”
Legambiente Scicli – Circolo “Kiafura”
Legambiente Priolo Gargallo, Floridia e Solarino – Circolo “L’Anatroccolo”
Legambiente Melilli – Circolo “Timpa Dieri”
Legambiente Augusta – Circolo C.i.p.a.
Legambiente Catania – Circolo “Città Ambiente”
WWF Sicilia O.A. Sud Orientale
WWF Sicilia O.A. Nord Orientale
Lipu Sezione di Siracusa
Lipu Sezione di Catania
Italia Nostra Sicilia
Italia Nostra Sezione di Siracusa
Italia Nostra Sezione di Melilli
Ente Fauna Siciliana, Sezioni di Siracusa, Canicattini Bagni, Noto, Avola e Modica
Club Alpino Italiano – Sezione Siracusa
Club Alpino Italiano – Sezione Ragusa
Natura Sicula Onlus
Associazione Acquanuvena
Cgil – Flai Sicilia
Stitfung Pro Artenvielfalt – Foundation for Biodiversity
Arci Comitato Territoriale di Siracusa
Arci Esedra Sortino
Arci Circolo 25 Aprile – Monterosso Almo
Archeoclub d’Italia Aps sede di Noto
Associazione Italiana di Architettura del Paesaggio, Sezione Sicilia
Associazione Esplorambiente
Slowfood – Condotta di Siracusa Assoraider Siracusa 6 Odv
Azienda Agricola Pupillo di Carmela Pupillo
L’Arcolaio Società Cooperativa Sociale
Associazione Guide Ambientali Escursionistiche – Coordinamento Sicilia
FederEscusionismo Sicilia
Kalura – Associazione Naturalistica per l’escursionismo
Comitato per i parchi e per la valorizzazione ed il recupero urbanistico del patrimonio ambientale, archeologico e paesaggistico della città di Siracusa “Santi Luigi Agnello”
Associazione Artisti Associati – Matt’Officina
Rifiuti Zero Siracusa
Associazione Guide delle Guide Turistiche di Siracusa
Libera Coordinamento di Siracusa
Libera Coordinamento di Ragusa
Banca Etica Sicilia Sud Est
Pro Loco Spaccaforno
Centro Ibleo Ricerche Speleo – Idrogeologiche
Associazione AttivaMente
Associazione Gruppo Acquisto Solidale Mazzarelli
Associazione Il Melograno Gruppo D’Acquisto Solidale
Armonie – Associazione culturale e di promozione sociale
Associazione Culturale Minerva
Cooperativa Sociale Proxima
Associazione Dea Iblea
Gruppo di Acquisto Solidale “Colibrì”
L’Argent a.p.s. E.T.S.

Ultimi Articoli