Attivato il Presidio Operativo Territoriale della Protezione Civile

Emanato dal Dipartimento regionale della Protezione Civile il Bollettino n. 42397 relativo allo stato di attenzione presente nel territorio comunale per pericolosità alta dovuta al rischio incendi.
A seguito di tale comunicazione il sindaco Peppe Cassì ha attivato il Presidio Territoriale di Protezione Civile per il monitoraggio dei punti critici individuato nel Piano comunale di Protezione civile di Ragusa.
Il Presidio Territoriale sarà operativo dalle ore 10,00 del 31 luglio fino a cessata allerta di attenzione.

Intanto, il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, ha chiesto al capo del governo nazionale, Mario Draghi, la dichiarazione dello stato di mobilitazione del servizio nazionale di Protezione Civile.
La richiesta si è resa necessaria di fronte al grave rischio di incendi dovuto alla eccezionale situazione meteoclimatica che interessa l’Isola.
L’eventuale riconoscimento dello stato di mobilitazione determinerebbe un concorso straordinario di risorse extra-regionali sia in termini di uomini sia di mezzi appartenenti ai vigili del fuoco e al volontariato.
Nella mattinata Il presidente Musumeci è stato in contatto con il capo della Protezione Civile nazionale, Fabrizio Curcio, per sollecitare l’adozione del provvedimento.
Poco prima, assieme al capo della Protezione Civile regionale Salvo Cocina e al responsabile provinciale Giovanni Spampinato, il governatore ha fatto un sopralluogo nell’area della Plaia in cui ieri pomeriggio, come è noto, le fiamme partite da terreni incolti hanno distrutto alcuni stabilimenti balneari.

Ultimi Articoli