Chi la dura la vince: l’amministrazione insiste nel cercare privati per sistemare e accudire il verde pubblico

Nonostante le deludenti esperienze per la ricerca di privati disponibili alla cura del verde pubblico, l’amministrazione Cassì continua nella ricerca di collaborazioni per la sistemazione e manutenzione di aree a verde pubblico.
Evidentemente, anche per il prossimo bilancio, non si intravede lo stanziamento di adeguate somme per mantenere adeguatamente il verde in città.
In pratica, abbiamo i vizi del generale e la paga del soldato, ci piace mettere aiuole in ogni angolo e abbellire le rotatorie con artistiche architetture del verde, ma dobbiamo cercare, e non sempre con riscontri dignitosi, l’aiuto del privato.
Oggi la comunicazione che sul sito istituzionale dell’Ente è stato pubblicato l’avviso di procedura di accordo di collaborazione per la manutenzione di aree a verde pubblico, per un periodo minimo di anni 5 anni, delle due rotatorie e aree di pertinenze di via E. Fieramosca – incrocio V. Tiralongo (contrada Cisternazzi accesso Ospedale Giovanni Paolo II) – e di via E. Fieramosca – incrocio via Asia.
Alla ditta o all’ente richiedente verrà riconosciuto un ritorno di immagine grazie all’esposizione di cartelli espositivi. La procedura di collaborazione è rivolta a consorzi, soggetti privati ed associazioni senza fini di lucro ed avrà come finalità l’esecuzione degli interventi di riqualificazione, sistemazione e manutenzione del verde pubblico.
I soggetti interessati dovranno far pervenire entro le ore 12 del 31/01/2021 al Comune di Ragusa – Corso Italia n. 72 –97100 – Ragusa la domanda utilizzando il modello riportato in allegato all’avviso che è pubblicato sul sito istituzionale del Comune.
Al riguardo, avendo operato per anni nel settore della pubblicità, ci permettiamo di evidenziare come gli spazi concessi all’appaltante della manutenzione del verde sui siti in concessione, sia poco visibile, ininfluente ai fini di una efficace comunicazione visiva a vantaggio dello sponsor, sia per quanto riguarda la segnalazione di chi si è preso carico della cura del verde, sia come pubblicità in assoluto,
Peraltro, trattandosi di rotatoria, non essendo consentiti spazi che possono distrarre l’automobilista, sarebbe opportuno concedere all’appaltante la possibilità di dare il nome alla rotatoria, per esempio : rotatoria ragusalibera,it, in maniera da rendere efficace e di impatto la sponsorizzazione.
Intanto, della rotatoria di contrada Mugno, che il Sindaco avrebbe affidato, come dichiarato in Consiglio Comunale, a professionisti del verde di imprecisata esperienza e competenza, non si sa ancora nulla.

Ultimi Articoli