Comune di Ragusa e Svimed partner italiani del progetto SMOT

di redazione
Il Comune di Ragusa, partner del progetto SMOT “Sustainable Management of Old Town”

, finanziato dal programma europeo ENPI CBC MED 2007/2013, ha presentato il progetto per la prima volta in Italia in occasione del Workshop “Verso un’Economia Circolare a Rifiuti Zero” per riflettere sulle proposte europee e sulle opportunità di sviluppo dei territori anche nel bacino Mediterraneo.

Il workshop si è svolto a Siracusa il 18 settembre scorso ed è stato organizzato da Svimed, nell’ambito del progetto europeo Zerowaste  (finanziato dal Programma Europeo MED).

Al workshop hanno partecipato esperti di livello nazionale ed internazionale, che si sono confrontati sui temi relativi alla prevenzione dei rifiuti, al riuso, alla pianificazione dei servizi, all’educazione e comunicazione ambientale e ai rifiuti marini e costieri. L’evento ha avuto un’ottima partecipazione (circa 180 fra esperti, rappresentati delle istituzioni ed enti, università, associazioni, studenti e liberi cittadini) portando differenti punti di vista e avviando interessanti reti.

“La Sicilia ha già tante belle iniziative da far conoscere e condividere sul territorio – ha dichiarato Francoise Bonnet (direttore di ACR+, rete internazionale di comuni e regioni con sede a Bruxelles) – ma anche da portare in Europa e nel Mediterraneo per avviare percorsi costruttivi comuni”.

Il progetto SMOT è stato presentato da Giorgio Pluchino, coordinatore locale del progetto per il Comune di Ragusa, alla tavola rotonda dedicata alla “Progettazione Servizi per la gestione di rifiuti con focus su aziende pubbliche e dotazione impiantistica”.

Il progetto affronta il tema della gestione dei rifiuti nei centri storici delle città mediterranee.

E’ stato mostrato il video di progetto, realizzato da Svimed, e presentate le attività che saranno svolte a Ragusa, tra cui principalmente un progetto pilota a Ragusa Ibla e dei processi partecipati che partiranno già dal prossimo mese di ottobre. 

SMOT è un progetto internazionale che coinvolge, oltre l’Italia (unici partner in Italia sono il Comune di Ragusa e Svimed) altri quattro paesi mediterranei (Spagna, Tunisia, Giordania ed Egitto) con le città di Cordoba, Sfax, Al Salt e Alessandria d’Egitto.

Il turismo è una delle principali fonti economiche per le città storiche del Mediterraneo; infatti queste città accolgono circa 40.000 visitatori al giorno, con una media di 35.000 operatori economici come artigiani, piccoli produttori, alberghi, ristoranti, caffè, mercati, che popolano i centri storici.

In tale contesto, una delle sfide per le autorità locali è quella legata alla gestione dei rifiuti nei centri storici, che necessitano  di una pianificazione e soluzioni su misura, in quanto la conformazione urbanistica, i flussi turistici, la concentrazione di attività artigianali ed economiche  rendono difficile la regolare attività di raccolta dei rifiuti. Problemi e proposte verranno discusse durante il primo processo partecipato, con i cittadini, i portatori di interesse e gli attori chiave per trovare soluzioni ad hoc anche per Ragusa Ibla.

Per ulteriori informazioni si può visitare il sito web del progetto http://www.smotproject.eu/  e per scaricare tutti gli atti del workshop, incluso il video in italiano del progetto SMOT, la piattaforma dedicata alle novità sulla gestione dei rifiuti www.nowastenet.eu.

(comunicato 658 dell’Ufficio Stampa del Comune di Ragusa)

Ultimi Articoli