Confronto in Prefettura per la gestione dei rifiuti

di redazione

Confronto in Prefettura, convocato da S.E. il Prefetto Annunziato Vardè, per discutere del futuro della discarica di Cava dei Modicani

, dell’avvio dell’impianto di compostaggio e dell’applicazione della riforma regionale riguardante il nuovo ciclo di gestione dei rifiuti,

Alla riunione hanno partecipato l’Assessore regionale all’Energia, Rifiuti e Servizi di Pubblica Utilità, Salvatore Calleri, i commissari dell’Ato Ambiente in liquidazione e i rappresentanti della SRR e dei sindaci dei comuni iblei.

Per quanto riguarda l’aspetto più urgente, ossia il futuro della discarica di Cava dei Modicani, è stata fissata una precisa mappa di interventi che dovrà essere ora concretizzata, secondo gli impegni assunti durante la riunione, in tempi rapidi. I commissari della società d’ambito, infatti, dovranno attivare tutte le procedure relative all’adeguamento Aia della discarica di Cava dei Modicani, per assicurare il funzionamento ottimale del sito ibleo.

Inoltre, gli stessi commissari dell’Ato, dovranno predisporre gli atti necessari alla proroga della gestione della discarica fino a fine anno, nonché al progetto di innalzamento delle sponde della stessa, previo parere positivo dell’ufficio Via-Vas, per assicurare così il prolungamento della “vita” del sito ibleo anche per il prossimo anno.

Per quanto riguarda il passaggio tra Ato ed Srr, previsto dalla riforma regionale, l’assessore Calleri ha assicurato una rapida approvazione della pianta organica della Srr da parte degli uffici regionali competenti, per consentire la piena operatività alla nuova società di gestione.

Medesime rassicurazioni fornite anche rispetto all’avvio dell’impianto di compostaggio di Cava dei Modicani, consegnato alla Srr in condizioni non idonee. L’obiettivo, illustrato dall’assessore Calleri, è piuttosto quello di fornire strutture perfettamente funzionanti, utilizzando possibili economie all’interno del bilancio regionale. L’assessore Calleri, in conclusione, ha comunque assicurato la propria massima attenzione e disponibilità, insieme a quella degli uffici regionali coinvolti, rispetto a tutti i temi affrontati durante il confronto odierno.

“Una riunione proficua, almeno negli intenti, e giunta a seguito di un impegno costante profuso in questi mesi su una questione così delicata, – ha dichiarato il sindaco Piccitto.

‘’L’obiettivo è che il promesso superamento di tutti gli intoppi, ora, si traduca in azioni concrete tese a recuperare i ritardi finora accumulati. Il tempo è scaduto e l’amministrazione comunale intende vigilare costantemente sul pieno mantenimento delle promesse emerse durante il confronto. Ringrazio comunque l’assessore Calleri per la sensibilità dimostrata accogliendo, insieme ai funzionari regionali competenti, l’invito ad un incontro chiarificatore a Ragusa. A questo proposito intendo ringraziare in particolare S. E. il prefetto Annunziato Vardè, il quale, con il suo autorevole intervento, ci ha consentito di ottenere risposte puntuali, tracciando altresì un percorso preciso che finalmente coinvolge tutti gli enti interessati”.

Ultimi Articoli