È venuto a mancare Luciano Ricceri, lo scenografo di Montalbano, il ricordo di Pasquale Spadola e di Costanza Di Quattro

E’ venuto a mancare, nella sua casa di Orte, lo scenografo Luciano Ricceri, illustre professionista del settore che tanto ha fatto, con il suo lavoro, per Ragusa, Punta Secca, Scicli e Modica.
Lo ricorda, con poche ma sentite parole, Pasquale Spadola, che con lo scenografo ha collaborato fin dal 1998:

“Pasquale Spadola, affranto, comunica che oggi è venuto a mancare, nella sua casa di Orte, Luciano Ricceri, celebre scenografo cinematografico e teatrale, particolarmente a noi familiare per la sua opera nel Commissario Montalbano e nei film storici di Cammilleri.

In questi momenti molte sono le parole che fluiscono al cervello spinte da sentimenti condizionati da emozioni incontrollabili ma pochissime sono quelle che riescono a superare il grande ostacolo della penna!

La scomparsa di Luciano appartiene ad uno di questi momenti!

Mai avrei voluto comunicare ad amici, collaboratori, conoscenti e a tutta la cittadinanza di Ragusa, anzi, a tutto il territorio del sud-est ibleo, questa ferale notizia appresa soltanto da un’ora.

L’amicizia, la stima, il rispetto, la riconoscenza ma soprattutto quel sentimento di familiare fratellanza che ci accompagnava dal 1998, 22 anni di condivisione artistica, culturale e anche e soprattutto di vita in comune, oggi mi porta a piangere un fratello.

Mentre Luciano si spegneva, io, inconsapevolmente, parlando nella mia dimora di Ragusa Ibla, con dei tour operator, sottolineavo che gran parte del merito della crescita esponenziale del territorio ibleo, era da attribuirsi al cinema, specificatamente al Commissario Montalbano, ma per opera di Luciano Ricceri, innamorato dei luoghi e meticoloso cercatore di location che avrebbero poi lasciato un segno indelebile negli spettatori.

In breve, Ragusa, Scicli, Modica, Punta Secca e tutto il sud-est ibleo devono piangere il Padre.”

 

Un altro pilastro della cultura del territorio, che con Ricceri ha avuto modo di confrontarsi, facendo tesoro dei suoi consigli e della sua professionalità, è Costanza Di Quattro che così lo ha voluto ricordare mentre annunciava, in un post, la presentazione del suo libro ‘ La mia Casa di Montalbano’ al Museo Civico di Niscemi, assieme a Mario Incudine e Antonio Vasta:

…“La foto che oggi pubblico altro non è che un ricordo che desidero condividere con tutti voi. Nella stessa posizione da cui è stata scattata, io e Luciano Ricceri, esattamente otto anni fa, durante la fase di preparazione di una puntata del commissario Montalbano dal titolo “il sorriso di Angelica, abbiamo avuto modo di parlare, scherzare e sorridere mentre lui cercava di distrarmi dai tecnici che si preparavano ad inscenare un furto dentro casa.
A lui, tanto quanto al grande #andreacamilleri così come allo straordinario #sironi va il merito di aver portato nel mondo la bellezza della nostra terra ampliandola e migliorandola laddove ve ne fosse bisogno.
Domani voglio ricordarlo così, seduta su questo divano, con un caffè e un sacco di parole belle di cui sono ancora impregnate queste mura.
Sono certa che riuscirà a rendere più accogliente persino l’aldilà.”

Ultimi Articoli