I 5 Stelle di Modica puntualizzano l’azione politica in Consiglio comunale

Il Meetup del Movimento 5 Stelle di Modica ha diffuso una nota per chiarire lo spirito del modus operandi, della condotta politica in seno al Consiglio Comunale di Modica.
Si precisa che il riferimento è il Consigliere Marcello Medica e il gruppo M5S di cui egli è parte, escludendo quanti hanno accreditato sé stessi pentastellati ma dalla nostra linea di condotta hanno pubblicamente preso le distanze.
La linea d’azione rivendicata non si assuefà alla prassi usuale.
“Gli atti propositivi che il gruppo elabora insieme al Consigliere Medica e che quest’ultimo poi presenta, non sono offerte votive in devozione all’Amministrazione e alla Maggioranza che la sorregge; non hanno l’intento di ingraziarsi il ‘santo’ per essere benevolmente accetti dalla sua congregazione di fedeli!”
I 5 Stelle di Modica rigettano questo tipo di accuse. Le istanze hanno dimensione Politica, nel senso che sono pensate per concretare vantaggio alla maggior parte di coloro che sul territorio modicano ha permanenza o occasione nel poggiare i propri passi.
Così è stato per rendere libero il territorio dai rifiuti di plastica, per far fronte alle vicende che hanno portato risparmiatori a divenir soci di BAPR (modicani e no), per sollecitare attivazione a fruire di fondi europei, per la libera connessione a internet, per estendere il tracciato della Ciclovia Magna Grecia anche sul territorio di Modica, per assumere una chiara posizione a difesa del presidio ospedaliero modicano o a favore del riutilizzo dei locali dell’ex Tribunale, ecc.
Di ogni voce di questa ‘agenda’ i 5 Stelle di Modica sono stati promotori e, alcune volte, soli e attori unici.
Gli obiettivi di queste proposte vanno oltre la contrapposizione propria dell’appartenenza partitica, dello spirito di corpo, della tifoseria calcistica. Sono utili alla maggioranza di quanti fruiscono di questo territorio! Chi non le condivide, non le fa sue, persegue un fine altro!
Privilegiare la funzione propositiva e di stimolo all’Amministrazione e alla sua Maggioranza, è la nostra dimensione Politica! La funzione di vigilanza e controllo sull’operato nella gestione della cosa pubblica segue a breve distanza.
Respingendo le mozioni e le proposte citate, aggirando la loro concreta attuazione, la Maggioranza conferma la propria chiusura antagonista a ciò che non porta il segno della sua primogenitura.
E così facendo evidenzia la profonda distanza di cultura politica.
Per mantenere vergine la propria posizione di “prima donna” nel quadro politico di Modica, Maggioranza e Amministrazione non possono che rifiutare proposte che implicano fertilità, nascita di altro, sperimentazione del nuovo.

Ultimi Articoli