Inizia l’avventura del Ragusa Calcio 1949 in Eccellenza

Sul campo di un’altra neopromossa, Enna, il Ragusa Calcio 1949 inizia la nuova avventura nel campionato di Eccellenza.
Gli azzurri hanno vinto il campionato mentre l’Enna è stata ripescata, quella stessa squadra che, nella scorsa stagione ha dato filo da torcere agli iblei.
Da allora la squadra è cambiata quasi tutta, sono rimasti solo Principato, Valencia e Butera. In panchina al posto di Raciti c’è Alessandro Settineri che ha il mandato di condurre un campionato al vertice.
La società ha investito tanto sul mercato ed ha puntato sia su giocatori di esperienza sia su giovani di qualità. Una squadra nuova di zecca che ha mostrato proprio i limiti dello scarso amalgama nelle due partite di Coppa Italia perse contro il S. Croce.
Rinnovati anche i quadri societari, con due vicepresidenti, un Direttore Sportivo e un Direttore Generale e un addetto al marketing.
Un mare di parole hanno riempito i comunicati. L’obiettivo è quello di fare bene, di ben figurare, per soddisfare gli sportivi, per avvicinare la squadra alla città. In tal senso, poco si è visto, se non altro in termini di comunicazione, le operazioni di marketing sono avvolte nel più assoluto silenzio, non ci sono state operazioni di pubblicità per la campagna abbonamenti, per avvicinare le famiglie e i giovani al campo.
Pensiamo che, come negli anni passati non si riesca a coronare il campo di gioco con u a degna cornice di cartelloni pubblicitari che, come ogni squadra, costituiscono il minimo elemento di sostegno alla squadra, in termini di vicinanza del tessuto economico sociale e in termini anche economici.
Il doppio passo falso in Coppa, contro il Santa Croce ha fatto emergere i limiti di una squadra totalmente rinnovata, che l’allenatore ha cercato di preparare nella maniera migliore, curando parecchio, soprattutto, lo spirito e l’intensità.
Ci sono stati troppi ingiustificati malumori dopo le due sconfitte, ma tutti si mostrano motivati e fiduciosi, intenzionati a mettere tutto l’impegno per essere ancora protagonisti.

Un’occhiata al calendario d’Eccellenza è d’obbligo.
Per la prima giornata, gli azzurri esordiranno sul campo dell’Enna. La prima in casa è fissata per il 22 settembre, contro lo Sporting Pedara. Poi subito trasferta a Palazzolo e quindi il 6 ottobre tra le mura amiche con l’Atletico Catania. Il gruppo di prime cinque partite si concluderà il 13 ottobre sul campo del Real Siracusa Belvedere.
“E’ il nostro calendario – sottolinea Settineri – e non ci sono partite facili o difficili. Tutto dipenderà da noi. Non dimentichiamo che la squadra è giovane, è nuova e che, quindi, abbiamo bisogno di tempo per trovare la classica quadratura del cerchio. Cambia poco chi incontriamo. Le squadre saranno tutte da affrontare e dovremo misurarci con ciascuna di loro per comprendere sino in fondo il nostro valore. Ci sono, senza dubbio, delle formazioni che hanno un quid in più e che hanno un gruppo rodato. Tra queste Sant’Agata, Palazzolo, Milazzo, San Pio, Giarre e Paternò. Il nostro gruppo è tutto da valutare e da scoprire”.

La società è stata impegnata, fino all’ultimo, a rafforzare la formazione, l’ultimo arrivato, un centrocampista di qualità, l’under Simone Palermo, classe 2000. Ha giocato negli ultimi due anni con la Berretti del Catania e approda in maglia azzurra consapevole della prospettiva di poter crescere e di potere raggiungere obiettivi importanti.

Ultimi Articoli