Intensa attività dell’Ufficio per la Pastorale della Salute al ‘Giovanni paolo II’ per le festività

Festività al ‘Giovanni Paolo II’ vissute all’insegna di una instancabile attività del Direttore dell’Ufficio diocesano per la Pastorale della salute, don Giorgio Occhipinti.

Celebrata la festa liturgica dei santi innocenti martiri con la santa messa nel reparto di Ostetricia che ha visto la partecipazione dei rappresentanti del Cav, il Centro di aiuto alla Vita, e del gruppo giovani dell’oratorio salesiano Don Bosco di Ragusa.
Un appuntamento molto sentito quello voluto dall’ufficio diocesano per la Pastorale della salute che ha voluto così puntare l’attenzione su uno specifico aspetto, come non ha mancato di sottolineare il direttore dell’ufficio nella propria omelia. “I bambini – ha detto don Giorgio Occhipinti – sono un dono di Dio. Preserviamoli dai nuovi Erodi di questo tempo che minacciano la loro vita attraverso la violenza, la pedofilia e non sono neppure da sottovalutare i social. Sono parecchi i pericoli che possono annidarsi nella rete.
Come sostengo sempre, e lo faccio da tanto tempo, invito i genitori a non postare mai foto dei bambini sui social. Lo abbiamo ribadito anche in altre occasioni, e a maggior ragione lo facciamo in tale circostanza, che il pericolo può passare attraverso la rete”.
Inoltre, l’intervento del Cav è servito per rimarcare l’importanza del proteggere la vita sin dal concepimento, evitando di sopprimerla con l’aborto.
Al termine della celebrazione eucaristica, don Occhipinti ha benedetto i piccoli del reparto di Ostetricia con Gesù Bambino. Un gesto molto significativo che è stato apprezzato dai genitori presenti.
Inoltre, il gruppo giovani dell’oratorio salesiano ha cantato una serie di brani natalizi, e non solo, che hanno intrattenuto piacevolmente gli ospiti, dopo il rito religioso, e soprattutto hanno consentito ai piccoli presenti in reparto di calarsi in un clima di festa che ha deliziato tutti.

Martedì 31 dicembre l’ufficio diocesano per la Pastorale della salute di Ragusa ha promosso la cerimonia religiosa di ringraziamento di fine anno, nella cappella dell’ospedale Giovanni Paolo II.
Dalle 16 alle 17, l’adorazione eucaristica, è seguita la santa messa vespertina con il canto del Te Deum di ringraziamento. Poi lo scambio di auguri con i malati nei reparti.
Come ogni anno, in occasione delle festività natalizie (periodo in cui il malato e i suoi familiari sperimentano in particolar modo la fragilità e la solitudine), l’ufficio organizza la celebrazione di questi appuntamenti con un indirizzo diverso e un’attenzione speciale ai malati e ai loro familiari.

Capodanno straordinario in Ostetricia all’ospedale Giovanni Paolo II di Ragusa, nella giornata di Capodanno. L’iniziativa promossa dall’ufficio diocesano per la Pastorale della salute è stata rivolta alle mamme, ai papà e ai loro piccoli appena nati. La celebrazione ha fatto registrare una massiccia presenza di fedeli, era presente anche il primario del reparto, il dottor Giuseppe Bonanno.
“Ho benedetto con Gesù bambino – sottolinea don Occhipinti – tutti i neonati, compreso il piccolo Benedetto, venuto alla luce la notte appena trascorsa, primo nato del nuovo anno nella nostra città.
E’ stato il modo più bello e significativo di augurare buon e santo anno a tutti. Ho molto apprezzato il fatto, tra l’altro, che il direttore generale dell’Asp, Angelo Aliquò, abbia scelto di fare gli auguri agli operatori sanitari alle 23 di ieri, un bel gesto per chi è rimasto in servizio.
Io, invece, l’ho fatto questa mattina, complimentandomi per la loro professionalità e il loro senso di attaccamento a quella che, più che un mestiere, possiamo considerare una vera e propria missione.
Per quanto riguarda la cerimonia di Capodanno, ringrazio il primario e il personale medico e infermieristico del reparto per l’affettuosa accoglienza che ci è stata riservata e per la straordinaria collaborazione”.

Ultimi Articoli