La Passalacqua supera la Oxygen Roma con relativa facilità, ma sempre con il magone

Un impegno che si presentava non insormontabile, facilitato da due assenze importanti nella squadra romana e dall’assurdo ritardo del volo da Roma, giunto a Comiso con enorme ritardo, nella nottata.
La Oxigen, new entry della massima serie di basket femminile ha disputato finora un discreto campionato, senza eccessi e senza troppe luci, noi lo seguiamo perché nelle file capitoline milita la ex Romeo che, purtroppo, ieri sera, forse per l’emozione di tornare al PalaMinardi, non ha sfornato una delle sue prestazioni migliori.
Al completo, invece, finalmente la Passalacqua, contro cui Roma ha orchestrato, fin dalle prime battute, un gioco piacevole, velocissimo, con una circolazione di palla quasi funambolica, che non ha lasciato respiro al pubblico.
Inizio scoppiettante, con le triple delle ospiti Cupido e Kalu che infilavano la retina senza timori reverenziali.
Rispondeva Thomas con la stessa merce, una tripla e un gioco da tre punti, promettendo un prosieguo di gara entusiasmante, non concretizzatosi, però, nell’arco della partita, in punteggio alto.
Dopo oltre 6 minuti dal fischio iniziale, parità, 10-10, Chidom e Milazzo, le protagoniste della partita piazzavano un mini allungo chiudendo alla prima sirena sul 18-12 con il sigillo della Jakubcova che cresce ad ogni partita.
Seconda frazione che parte con la tripla di Ilaria Milazzo, scatenata, che con Chidom e Juskaite piazza il primo vantaggio importante, + 15 sul 29-14, con un parziale di 11-2, Chidom, nel finale spadroneggia sotto le plance, ma Roma riesce a contenere, con una tripla di Natali, lo svantaggio, all’intervallo lungo, in soli 10 punti.
Mini recupero di Roma, premonitore di quello che sarebbe successo nel terzo quarto da dimenticare per la squadra di casa, puntuale è arrivato il consueto momento di catalessi, apparentemente non governato nemmeno dalla panchina. Non è ammissibile, soprattutto se il fenomeno si ripete, andare in bambola per una intera frazione, solo 2 punti nei primi 5 minuti e 5 in totale in dieci minuti.
Kalu e Natali spadroneggiano facilmente, quando mancano 50” alla sirena, Roma pareggia, 38-38, la tripla di Romeo chiude la terza frazione sul 40-41.
Quarta frazione dominata dalla Jakubcova che già sul finire della terza aveva piazzato due punti per cercare di svegliare la compagnia. Una tripla per iniziare, copiata da Milazzo, che ruba poi palla, indiavolata, e segna il definitivo risveglio di Ragusa che con Pastrello e Juskaite piazza le realizzazioni finali per il 59-49 definitivo, nonostante la squadra ospite, con una tripla di Kalu, a metà frazione, si era portata a sole tre lunghezze, sul 49-46
Uno sguardo al tabellino la dice lunga su come Roma, con una eccellente regia, abbia, di fatto, dominato la partita.
Solo Chidom, Jakubcova e Milazzo hanno tirato la carretta, aiutate da Pastrello, per il resto Miccoli, 2 soli punti, Juskaite, 4, Thomas, 6 e Spreafico virgola, con 0 su 7 da tre, senza nemmeno un tentativo da due punti.
La capitana evidentemente non ancora in forma, dopo il risentimento muscolare, ma, praticamente mezza squadra è stata bloccata dalle romane.
Si può solo sperare, per il prosieguo del campionato, che, finalmente, si possa lavorare al completo, come auspica Lino Lardo.
Prossimo impegno per la Passalacqua, il 9 marzo a Faenza.

Passalacqua Ragusa – Oxygen Roma Basket 59 – 49 18-12 (18-12), 35-25 (17-13), 40-41 (5-16), 59-49 (19-8)

PASSALACQUA RAGUSA: Thomas* 6 (1/5, 1/2), Mallo NE, Spreafico, Di Fine NE, Chessari NE, Milazzo 11 (2/4, 2/3), Jakubcova 13 (5/7, 1/4), Pastrello* 7 (2/4, 1/4), Juskaite* 4 (2/3, 0/3), Miccoli* 2 (1/4 da 2), Chidom* 16 (7/11, 0/3), Nikolic NE
Allenatore: Lardo
Tiri da 2: 20/38 – Tiri da 3: 5/26 – Tiri Liberi: 4/7 – Rimbalzi: 46 11+35 (Chidom 15) – Assist: 20 (Milazzo 7) – Palle Recuperate: 8 (Milazzo 3) – Palle Perse: 15 (Spreafico 3)

OXYGEN ROMA BASKET: Ndiaye NE, Romeo* 3 (0/3, 1/2), Cupido* 3 (0/2, 1/2), Natali 14 (4/6, 2/4), Bongiorno NE, Scarsi, Czukor* 5 (2/7, 0/7), Sventoraite* 6 (3/14 da 2), Gilli NE, Kalu* 18 (2/5, 3/6)
Allenatore: Di Meglio
Tiri da 2: 11/38 – Tiri da 3: 7/21 – Tiri Liberi: 6/7 – Rimbalzi: 33 6+27 (Sventoraite 8) – Assist: 12 (Sventoraite 3) – Palle Recuperate: 11 (Czukor 5) – Palle Perse: 16 (Romeo 5)

Arbitri: Caforio, Marzulli, Marzo

Ultimi Articoli