Regione Siciliana, Assessorato all’Economia, tre anni di misure finanziarie (Aggiornamento al 30 dicembre 2020)

Dall’insediamento dell’Assemblea regionale sono state approvate 93 tra leggi e delibere legislative, tra esse 43 (circa il 44 % del totale) derivano da disegni di legge e documenti finanziari proposti dall’Assessorato all’Economia. Mentre delle 1684 delibere di merito approvate dalla Giunta regionale, 303 (circa il 19% del totale) sono state adottate su proposta dell’Assessorato all’economia.
Ammontano, quindi, a 56 i provvedimenti finanziari: leggi, delibere legislative (quelle che approvano i DEFR ed i bilanci consolidati), e disegni di legge proposti ed approvati in 3 anni su proposta dell’Assessorato all’Economia (1,4 al mese). Nel triennio precedente (2014-16) erano 24.
Ad essi si aggiungono, piani e provvedimenti generali,
– l’Agenda digitale regionale 2018-2021,
– la Disciplina generale sul controllo delle società partecipate (D.A. e circolare applicativa),
– il Piano di riduzione dei derivati e del debito (- 800 mil€ in tre anni),
– i Documenti di revisione delle partecipate 2019, 2020 e 2021,
– il Piano di rinegoziazione del debito con CDP S.p.a.,
– il Programma di razionalizzazione delle locazioni passive e contenimento spesa per fitti passivi,
– l’Accordo con ABI per il credito 2019,
– le Linee guida per la trasmissione dei conti giudiziali alla Sez. giur.le della Corte dei Conti,
– Zone economiche speciali (profili finanziari),
– Riorganizzazione della Centrale unica di committenza,
– Misure finanziarie straordinarie anti COVID19,
– Interventi per la semplificazione dei controlli e la velocizzazione dei pagamenti della p.a.,
– Riprogrammazione FSC – Fondi di sviluppo e Coesione,
– Disciplina applicativa della misura di fiscalità di sviluppo “Resto in Sicilia”,
– Lavoro preparatorio per l’elaborazione delle proposte regionali sul Recovery Plan e la Programmazione 2021-2027.
– i protocolli d’intesa con Guardia di Finanza, Agenzia del Demanio, CONSIP, Agenzia delle entrate, ANCI-Sicilia ed ISTAT, la due diligence su Riscossione Sicilia S.p.A, la concentrazione delle società partecipate della regione, riduzione degli oneri di locazione a carico dell’amministrazione nonché con la Banca europea degli investimenti e Cassa Depositi e prestiti per nuovi servizi di finanziamento alle imprese;
– la pubblicazione di oltre 15 Rapporti (in taluni casi ripresa dopo anni) in materia di andamento dell’economia regionale, conti pubblici territoriali, fabbisogno finanziario regionale, osservatorio sul credito in Sicilia, fiscalità locale, lavoro femminile e, nel 2020, del Rapporto sui Costi dell’insularità dell’ottobre 2020.
– la costituzione di 21 tra Comitati, gruppi di lavoro e tavoli di confronto su diverse tematiche, con associazioni di categoria ed esperti tra i quali il Comitato per il Piano strategico della Regione siciliana 2030, la composizione del disavanzo e quello su congruità canoni demaniali, meccanismi riscossione e incremento gettito (tutti a titolo gratuito), il Comitato di Monitoraggio per la spesa pubblica al quale nel 2020 si uniscono anche il Gruppo di lavoro per la riforma della Disciplina regionale di contabilità e la Cabina di monitoraggio sui derivati degli enti locali siciliani, nonché l’organizzazione a Palermo delle Giornate del digitale 2018 e 2019 e della 47’ Assemblea generale della Conferenza delle Regioni Periferiche e Marittime dell’UE (180 Regioni europee);
– la predisposizione dello schema di Nuove norme di attuazione dello Statuto in materia di finanziaria, delle Norme di attuazione concernente l’istituzione della sezione civile della Corte di Cassazione in Sicilia e dell’importante schema recante Disposizioni in materia di trasferimento di funzioni dallo Stato alla Regione Siciliana con riguardo alle imprese ed attività produttive, delle Piattaforma su Condizione di insularità, fiscalità di sviluppo, continuità territoriale e perequazione finanziaria ed infrastrutturale, documenti sui quali é in via di definizione il negoziato con il MEF, già approdati a quattro accordi di finanza pubblica per il 2019-2021, nonché il confronto col Governo nazionale sul regionalismo differenziato.

Partecipazione ad oltre 100 sedute di Conferenza delle Regioni, Conferenza Stato-Regioni e tavoli ministeriali e con le Istituzioni europee.

CERTIFICATI 197,1 MIL€ DI SPESA EUROPEA sui 421 milioni assegnati all’Assessorato (OT2-POFESR) sino al 2023 (raggiunto il 47% della spesa certificata che all’insediamento era 1,4 mil€,, corrispondente allo 0,3 %), di cui:
– 120,2 mil € certificati per Agenda digitale (con 302 milioni già impegnati al 31/12/2020, 94% della spesa complessiva),
– 76,9 mil € certificati per il Fondo di garanzia al credito per le imprese (Dipartimento Finanze, sui 100 milioni assegnati, 77% di spesa europea certificata).

A questi si aggiungono gli 84 mil € del Fondo Sicilia assegnati a Irfis S.p.A., con avanzato livello di impiego in favore di imprese (finanziamenti per oltre 65 milioni di euro).

A) Disegni di legge e documenti finanziari proposti dall’Assessorato all’economia ed approvati dall’ARS
1) L. 29 dicembre 2017 n. 19, Autorizzazione all’esercizio provvisorio del bilancio della Regione per l’esercizio 2018;
2) Delib. 27 marzo 2018 Documento di economia e finanza regionale (DEFR) 2018-2020;
3) L. 29 marzo 2018, n. 4, Proroga dell’esercizio provvisorio del Bilancio della Regione Siciliana per il 2018;
4) L. 29 marzo 2018, n. 5, Rendiconto consolidato della Regione per l’esercizio finanziario 2016 (per la prima volta nell’amministrazione regionale);
5) L. 8 maggio 2018, n. 8, Disposizioni programmatiche e correttive per l’anno 2018. Legge di stabilità regionale;
6) L. 8 maggio 2018, n. 9, Bilancio di previsione della Regione Siciliana per il triennio 2018/2020;
7) L. 10 luglio 2018, n. 10, Disposizioni programmatiche e correttive per l’anno 2018. Legge di stabilità regionale. Stralcio I.
8) L. 9 agosto 2018, n. 16, Modifiche alla legge regionale 8 maggio 2018 n. 8);
9) L. 29 novembre 2018, n. 19, Disposizioni contabili ai sensi del decreto legislativo 23.6.2011 n. 118 All 4/2, par. 6.3 ;
10) L. 29 novembre 2018, n. 20, Rendiconto generale della Regione per l’esercizio finanziario 2017 e del Rendiconto consolidato di cui al comma 8 dell’articolo 11 del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118.
11) L. 29 novembre 2018, n. 21, Assestamento del bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2018;
12) 29 novembre 2018 Documento di economia e finanza regionale per gli anni 2019-2021 e nota di aggiornamento;
13) L. 16 dicembre 2018, n. 24, Variazioni al bilancio di previsione della Regione per l’esercizio finanziario 2018;
14) D.D.L. Riconoscimento della legittimità dei debiti fuori bilancio ai sensi dell’articolo 73, comma 1, lettera a) del d.lgs n. 118/2011. (n. 336) (approvato mediante silenzio-assenso);
15) L. 28 dicembre 2018, n. 27 Autorizzazione all’esercizio provvisorio del bilancio della Regione per il 2019;
16) L. 22 febbraio 2019, n. 1, Disposizioni programmatiche e correttive per l’anno 2019. Legge di stabilità regionale;
17) L. 22 febbraio 2019, n. 2, Bilancio di previsione della Regione siciliana per il triennio 2019-2021;
18) L. 21 maggio 2019, n. 7, Disposizioni per i procedimenti amministrativi e la funzionalità dell’azione amministrativa;
19) L. 19 luglio 2019, n. 13, Collegato alla Legge di stabilità regionale per il 2019;
20) L. 6 agosto 2019, n. 14, Collegato alla legge di stabilità regionale per l’anno 2019 in materia di pubblica amministrazione e personale. Interventi a favore dell’aeroporto di Trapani Birgi;
21) L. 6 agosto 2019, n. 15, Collegato alla legge di stabilità regionale per l’anno 2019 in materia di autonomie locali;
22) L. 16 ottobre 2019, n. 17, Collegato alla legge di stabilità regionale per l’anno 2019 in materia di attività produttive, lavoro, territorio e ambiente, istruzione e formazione professionale, attività culturali, sanità. Disposizioni varie;
23) L. Disposizioni contabili ai sensi del decreto legislativo 23 giugno 2011 n. 118 – Allegato 4/2, paragrafo 6.3;
24) L. Rendiconto generale della Regione per l’esercizio finanziario 2018 e Rendiconto consolidato dell’esercizio 2018 di cui al comma 8 dell’articolo 11 del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118 e successive modifiche ed integrazioni;
25) L. Assestamento del Bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2019 e per il triennio 2019/2021;
26) L. 24 gennaio 2020, n. 1, Autorizzazione all’esercizio provvisorio del Bilancio della Regione per l’esercizio finanziario 2020;
27) L. 5 marzo 2020, n. 7, Disposizioni in materia di variazioni di bilancio,
28) L. 12 maggio 2020, n. 9 Legge di Stabilità regionale 2020.2022;
29) L. 12 maggio 2020, n. 10, Bilancio di previsione della Regione Siciliana per il triennio 2020-2022;
30) L. 11 agosto 2020, n. 18, Disposizioni Finanziarie;
31) L. 14/10/2020, n. 23, Modifiche di norme in materia finanziaria;
32) Documento di economia e finanza regionale DEFR 2021/2023;
33) L 29/12/2020 Nota di aggiornamento al Documento di Economia e Finanza Regionale (NADEFR) 2021/2023;
34) L. 30/12/2020, n. 34, Disposizioni urgenti in materia di personale, collegio dei revisori dei conti regionale e proroga di titoli edilizi.
B) Disegni di legge proposti e già approvati della Giunta regionale all’esame dell’ARS
– d.d.l. 443 Norme in materia di pubblicazione in formato aperto, di accessibilità e di riutilizzo dei documenti e dei dati dell’amministrazione regionale e degli enti locali;
– d.d.l 774 Norme in materia di protezione civile, semplificazione ed accelerazione degli interventi a seguito dell’emergenza epidemiologica da COVID 19;
– d.d.l 934 Autorizzazione all’esercizio provvisorio del bilancio della Regione per l’esercizio 2021-2023.

Presentati, infine, n. 21 disegni di legge approvanti dalla Giunta regionale ed attualmente all’esame dell’ARS per il riconoscimento della legittimità dei debiti fuori bilancio ai sensi dell’articolo 73, comma 1, lettera e) e lettera d) del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118 e successive modifiche ed integrazioni.

Ultimi Articoli