È venuto a mancare Vittorio Aliquò, decano della magistratura palermitana, padre del Direttore Generale dell’ASP di Ragusa

È mancato Vittorio Aliquò, decano della magistratura palermitana, padre del Direttore Generale dell’ASP di Ragusa.
Aliquò era nato a Palermo nel 1936. Laureato in giurisprudenza aveva prestato servizio in magistratura dal 1961 al 2009, prima presso la Pretura di Siracusa, poi a Palermo, prevalentemente nel settore penale e nella materia della criminalità organizzata. È stato Procuratore della Repubblica Aggiunto, Avvocato Generale presso la Corte d’Appello di Palermo e per vari periodi facente funzioni di Procuratore Generale.
Era stato collega di Paolo Borsellino. Erano insieme procuratori aggiunti quando lui fu ucciso. È stato pubblico ministero in appello al maxiprocesso.
Di Vittorio Aliquò resta il ricordo di esemplari doti di professionalità e signorilità e della sua grande passione per gli studi gli studi entomologici e per la sua preziosa collezione di 80 mila coleotteri, competenze per le quali l’Università di Palermo gli aveva conferito la laurea honorìs causa in Biodiversità ed Evoluzione.

Al Direttore Generale dell’ASP, arch. Angelo Aliquò, e alla famiglia, le condoglianze di ragusalibera.it

Ultimi Articoli