Fine del mercato tutelato delle tariffe luce e gas: l’Osservatorio per i diritti civili di Sinistra Italiana chiede ai Comuni sportelli informativi per gli utenti

Peggio di così non poteva andare. Dopo mesi di attese, speranze ed incertezze, il Governo sbarra la strada al mercato tutelato delle tariffe del gas e dell’energia elettrica.
Avevano promesso la proroga del sistema del mercato tutelato. Invece, tra pochi giorni, dal 10 gennaio in pieno inverno, le tariffe del gas entrano nel far west della confusione e disinformazione. A seguire poi toccherà all’energia elettrica.
Con il decreto del Governo non si farà altro che lasciare i cittadini in pasto ai gestori che saranno liberi di imporre prezzi e condizioni contrattuali. I rischi per una nuova ondata di rialzi, vista la stagione invernale e vista la situazione internazionale, si profilano concreti e pesanti danni per le tasche dei cittadini.
In questo contesto gli utenti, specie i più fragili e poco informati, sono bombardati da telefonate con false informazioni finalizzate ad accaparrarsi contratti spesso ingannevoli.
In questa giungla si registra, purtroppo, il distratto silenzio delle organizzazioni di rappresentanza sociale che a quanto pare non stanno attivando nessuna adeguata e capillare campagna di informazione.
Per tali motivi, il gruppo promotore dell’ Osservatorio per i diritti sociali fa appello affinché in questo contesto, così complesso e delicato, le amministrazioni comunali, provvedano ad attivare servizi / sportelli di informazione per l’assistenza agli utenti .

Ragusa 29 novembre 2023.
Sinistra Italiana Ragusa – Osservatorio diritti sociali

Ultimi Articoli